Due cori e il “Trio Classico” in concerto sabato 7 gennaio a Saluzzo

0
436

Dopo un 2016 costellato di ben 30 concerti per festeggiare i 30 anni di fondazione, il coro dei Polifonici del Marchesato riparte “col botto” e, nella prima settimana del 2017, si presenta con un doppio appuntamento.

Venerdì 6, alle 11.30, il tradizionale concerto in quota, ai 2000 metri del Fontanone, nel bel mezzo degli impianti sciistici di Pian Munè, a Paesana, per augurare a tutti un buon anno in musica.

Sabato 7, invece, il gruppo corale saluzzese sarà organizzatore e artefice del concerto in programma alle ore 21 presso la chiesa di Maria Ausiliatrice a Saluzzo, insieme al coro La Cordata di Verona e al “Trio Classico” made in Saluzzo.

Il coro veronese “La Cordata”, composto da circa 35 elementi, propone uno stile e un repertorio moderno che spazia dal pop al canto d’autore, dallo spiritual allo swing, fino a cantautori italiani e stranieri e a canti più classici e tradizionali, spesso arrangiati in modo originale e reinterpretati. Particolare attenzione viene posta alla qualità e al contenuto dei testi, ispirati da valori quali la pace, la libertà e l’amore per la natura.

Nel concerto saluzzese non mancheranno, altresì, alcuni brani del repertorio natalizio. Fin dalle origini (ovvero dal 1996), il coro è diretto da Francesco Peruch, arrangiatore di diversi brani cantati dal coro.
Il “Trio Classico”, invece, composto dalla voce di Caterina Chiappero, da Giorgio Secchi al flauto e Davide Bertorello al pianoforte, proporrà brani di matrice classica, quali il Panis Angelicus di Franck, l’Ave Maria di Gomez e il primo movimento de “La flute de Pan” di Mouqet.

Infine, i Polifonici del Marchesato che, diretti da Enrico Miolano, faranno gli onori di casa con alcune pagine di Rutter, Chilcott e Cohen, per una grande serata all’insegna della musica, del canto e dell’amicizia.
L’ingresso è libero.