Alba-Fossano 3-0, Petrelli perde match e Mattera: “Speriamo di recuperarlo nella pausa”

0
436

Il McDonald’s Crf Fossano ha scelto il modo peggiore per salutare il 2016.

Sabato sera, la squadra di Petrelli è uscita con le ossa rotta dal derby sul campo della Benassi Alba, che ha strapazzato De Matteis e compagni con un netto 3-0 (25-21, 25-23, 25-20). Match condizionato dall’infortunio subito dal palleggiatore Mattera, che, sceso in campo già con qualche problema fisico, dopo pochi minuti ha dovuto abbandonare la partita.

 

Ci spiega cos’è successo al palleggiatore il coach dei fossanesi Liano Petrelli: “Nel match precedente, ad Asti, aveva sentito un dolore al polpaccio. Nel corso della settimana non si è allenato, abbiamo provato a metterlo in campo ad Alba, ma ha sentito ancora dolore e abbiamo preferito non rischiare e farlo uscire. Anche perché lo scorso anno Mattera ebbe un infortunio simile, anche se all’altro polpaccio, e fu costretto a stare fermo per molto tempo: per questo abbiamo preferito non rischiare. La pausa arriva al momento giusto, speriamo di poterlo recuperare, perché per noi è molto importante”.

 

Petrelli torna poi sulla partita di Alba: “Abbiamo perso male, l’assenza di Mattera ovviamente ha inciso, perché la sua fisicità ci è mancata, e per qualsiasi squadra quando manca il palleggiatore titolare è un problema. Ma questo non può e non deve essere un alibi per giustificare la sconfitta. Anche perché il suo sostituto, Giacomo Bima, che ha 18 anni, ha fatto la sua partita. Sapevamo che sarebbe stata una gara dura, loro sono in un ottimo momento e hanno fatto una buona partita, mentre noi in attacco abbiamo fatto anche bene, ma in difesa siamo stati davvero vergognosi, e la difesa è un po’ il termometro della squadra.

 

Bisogna difendere di più e fare meglio anche in ricezione, perché certi passaggi a vuoto si pagano. Siamo stati sempre ad inseguire, abbiamo avuto delle possibilità nel secondo set, il rammarico più grande è di non aver sfruttato l’occasione di andare ai vantaggi e magari cambiare volto all’incontro. Bisognava fare di più, tutti, per sopperire alla situazione di emergenza. Ora c’è la pausa, usiamola per recuperare Mattera, mandiamo giù questo boccone amaro e ripartiamo”.

 

Gabriele Destefanis