11 automobilisti, tra cui 5 neopatentati, denunciati all’ Autorità Giudiziaria per guida in stato d’ebbrezza alcolica | Dei controlli effettuati sulle principali arterie stradali in provincia di Cuneo, il caso più grave riscontrato nel braidese

0
449

Nelle ultime 48 ore (tra mercoledì e giovedì) i carabinieri dei vari comandi dell’Arma dislocati in provincia di Cuneo hanno intensificato i controlli sulle principali arterie stradali, in particolar modo nelle ore serali e notturne, per disincentivare le condotte di guida illecite più pericolose per l’incolumità pubblica quali l’abuso di alcool o l’assunzione di droga.

Sono stati sottoposti all’esame degli alcoltest in dotazione alle pattuglie in servizio su strada 78 automobilisti, gran parte dei quali risultati con un tasso alcolico pari a zero o comunque al di sotto dei limiti fissati dalla normativa in vigore.

11 automobilisti invece, tra cui 5 neopatentati a carico dei quali è prevista la decurtazione doppia dei punti dalla patente, sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria per il reato di guida in stato d’ebbrezza alcolica, tra cui 4 a Cuneo, 3 ad Alba, 2 a Savigliano e 2 a Bra.

A loro carico, oltre alla denuncia penale, patenti immediatamente ritirate e per 6 di loro è scattato anche il sequestro del mezzo che sarà sottoposto a confisca e conseguente perdita di possesso per i contravventori.

La situazione più grave è quella riscontrata a Bra, dove un operaio 30enne romeno, a causa dell’abuso di alcool, è finito fuori strada alla guida di un furgone perdendone il controllo, fortunatamente in quel momento non vi erano altri mezzi in transito.

Soccorso e portato poi in ospedale per essere medicato si è scoperto che guidava con un tasso di alcolemia del 2,20%, di oltre quattro volte il limite di legge.

Per lui denuncia, sequestro del mezzo e ritiro patente.