16enne braidese rapina un ragazzino del cellulare assieme ad un complice | Inseguito ed arrestato dai Carabinieri a Sommariva Bosco

0
460

I Carabinieri della Stazione di Sommariva del Bosco, guidati dal Maresciallo Angelo Montuori, hanno arrestato un 16enne italiano residente a Bra.

Qualche giorno fa, un ragazzino di Sommariva del Bosco, appena 12enne, mentre passeggiava in una via della cittadina roerina, è stato avvicinato da due ragazzi, poco più grandi di lui, i quali, col pretesto di dover effettuare una telefonata urgente, gli hanno chiesto in prestito il telefono cellulare.

Al momento di restituirlo, però uno dei due, il 16enne braidese, ha spinto violentemente il 12enne ed è fuggito col telefonino sottratto al minore assieme al complice.

Attirati dalle grida del ragazzino, i carabinieri, in quel momento in servizio in zona, si sono lanciati a piedi all’inseguimento del rapinatore, riuscendo ad acciuffarlo poco dopo.

Il ragazzo, già con precedenti specifici, è stato arrestato e condotto, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria Minorile, presso l’istituto penale per minori “Ferrante Aporti” a Torino, due giorni più tardi il Giudice ne ha disposto la scarcerazione e l’accompagnamento presso una comunità di recupero in provincia di Alessandria con l’obbligo di non allontanarsi, pena il suo nuovo arresto, dovrà rispondere del reato di rapina in concorso.

Identificato e denunciato a piede libero anche il complice del 16enne arrestato, è un suo coetaneo di origine albanese residente a Sommariva del Bosco.

Il telefono cellulare è stato recuperato e restituito al minore vittima del reato.