Volley B/M: Fossano non si ferma, Cuneo battuto 3-2 al PalaBreBanca

0
242

Non si ferma la corsa di Fossano che, pur faticando e rischiando, espugna anche il PalaBreBanca di San Rocco Castagnaretta, portando a casa due punti estremamente preziosi per la sua corsa d’alta classifica.

Onore e merito a Cuneo, che si dimostra squadra altamente competitiva, ma ancora una volta sfortunata con infortuni importanti, quelli di Kouznetsov ed Ariaudo, a partita in corso. Il match di questo sabato sera ha raccontato, comunque, di due compagini che senza dubbio potranno rimanere stabilmente nell’alta classifica di questa difficile Serie B. 

 

SESTETTO CUNEO

Coscione al palleggio, Ariaudo opposto; centrali Brignone e Flavio Cefaratti, in banda Kouznetsov e Risso, libero Balocco.

 

SESTETTO FOSSANO

In regia Mattera, opposto De Matteis; in mezzo Longo e Dutto, schiacciatori Sorrenti e Vittone, libero Domenghini.

 

PRIMO SET

Aprono i giochi Ariaudo con un attacco da posto 4 e Mattera con una finta di palleggio vincente, 1-1. Prima fase in totale equilibrio con le due squadre un po’ contratte: non mancano gli errori, il muro di Longo su Kuznetsov firma il 6-7. E’ lo stesso centrale bianconero a portare i suoi sul +1 al primo time out tecnico (7-8). Il primo tentativo di allungo è dl Fossano, che sfrutta tutta la propria fisicutò: l’ace di Sorrenti regala il 9-12, sul 10-14 Berra chiama time out. Ariaudo riporta a -2 Cuneo con un bel mani out (13-15), De Matteis spara fuori con un’autostrada davanti e regala il 14-15, così come poco dopo Sorrenti consegna l’ace morbido a Cefaratti per la parità. Alla seconda sosta è 15-16. Al rientro in campo Fossano scappa nuovamente, trascinata da De Matteis e Longo (17-21). Dutto fa la voce grossa sopra la rete affossa Cuneo a -6 (17-23). Sono sette i set ball per gli ospiti: annullato il primo, con Berra che inserisce Giordana. Chiude Sorrenti, con un attacco contestato che, con ogni probabilità, tocca l’asticella prima di cadere a terra, 18-25.

 

SECONDO SET

Partita che si infiamma in avvia: gran salvataggio di piede di Coscione, con Ariaudo che, sulla prosecuzione dell’azione, ne approfitta per il 3-2 in bello stile che fa sussultare il PalaBreBanca. Risso trova un ace prezioso (6-4), Kouznetsov colpisce per il +3 (7-4): è lo stesso schiacciatore numero 7, in ritmo, a mandare i padroni di casa al time out tecnico sull’8-6. Ariaudo chiude un lungo scambio mettendo giù l’importante pallone del 12-9, Cuneo prova a condurre le operazioni dopo il set perso. Fossano resta lì e accorcia subito, sfruttando ancora la propria fisicità ed i propri centimetri sopra la rete, con Vittone e Mattera a segno: locali ancora avanti, ma di misura, al secondo time out tecnico (16-15). E’ di certo un secondo parziale più combattuto, con il pubblico che si scalda: altro scambio combattuto, Kouznetsov lo decide con una gran pipe nel traffico, 18-16 e stop Petrelli. Grande intensità, che premia i cuneesi: ennesimo scambio combattuto, Sorrenti in apnea sparacchia a rete per il 20-16 (4-1 di break dopo il time out tecnico). Petrelli inserisce Antola per Vittone nel finale, ma Fossano buca in ricezione sul servizio di Kouznetsov per il 21-16. Ariaudo consegna 5 set ball ai suoi (24-19): ennesimo lungo batti e ribatti, De Matteis manda fuori 25-19 ed 1-1.

 

TERZO SET

Fossano pare mettersi in carreggiata, anche mentalmente, in avvio di set: l’ace velenoso di Sorrenti firma il 3-4. Botta e risposta Cefaratti-Dutto in primo tempo, 4-5. Al primo time out tecnico il punteggio recita 8-7, con un gran punto messo a segno da Ariaudo a muro a tre schierato. Kouznetsov spacca in due il set, con un turno di servizio estremamente prolifico, impreziosito da due ace di fila: 15-9, Petrelli richiama i suoi in panchina. Alla seconda sosta programmata è 16-11. Bianconeri che ricuciono a -3, ma Cefaratti punisce per il 17-13. Got Talent che, da grande squadra qual è, non molla: Gunetto a segno, Cefaratti poi non passa, 18-17. Due attacchi out di Kouznetsov certificano la parita a 20, per un finale fianco a fianco. Fasi concitate: De Matteis attacca forte per il 22-22, poi Ariaudo colpisce l’asticella in precario equilibrio, 22-23 e time out Berra. Fa tutto De Matteis che prima regala due set ball ai compagni, poi mette il sigillo decisivo: 22-25 e nuovo sorpasso ospite, dopo un parzialone di 6-14.

 

QUARTO SET

Cuneo prova a reagire dopo il brutto finale di set: inizio con le quadre a contatto, 5-5. Cuneo in vantaggio 8-6 al time out tecnico, con l’attacco out di De Matteis. Al ritorno sul rettangolo di gioco, immediato muro ad uno di Coscione su Sorrenti, 9-6. Berra costretto a sostituire Kouznetsov, con qualche problema fisico: dentro Amouah. Fossano che risale poco a poco la china, mentre De Luigi sostituisce Brignone: De Matteis con il decisivo aiuto del nastro fa 13-12. Cuneo tiene botta, Risso manda le due squadre alla sosta programmata sul 16-14. Uno-due Amouah, Cuneo vola sul +4 (19-15). Ancora lo schiacciatore protagonista, suo il 21-17, Cuneo spera nel tie-break. Sul 22-18 Petrelli ferma le ostilità. Fossano si ferma, Cuneo scappa e porta la gara al tie-break: 25-19 e 2-2.

 

QUINTO SET

Attacchi out di Amouah e De Matteis, 1-1 in avvio. Domenghini “liscia” sul servizio dello stesso Amouah e regala il 2-1: rimedia Sorrenti, 2-2. Avanti 6-4, brutta tegola per Cuneo: Ariaudo cade male ed è costretto ad abbandonare il campo, portato fuori per le cure mediche: in campo, a freddo, Peirano. Cefaratti prova a dare la scossa, 7-5. Al cambio di campo è 8-6. Amouah fa esplodere il palazzetto: mani out di prepotenza, 9-6 e time out Petrelli. Finale tiratissimo: Amouah non passa per due volte di fila, Fossano pareggia a 9. Biancoblu che però tornano subito davanti, ancora a +2 (11-9). Lo stesso Amouah incrocia con il muro in ritardo per un fondamentale 12-10. Due muri fossanesi ed è ancora parità, 12-12, Berra arresta le ostilità. Sul più bello, con tre titolari fuori, Cuneo cede: problemi in ricezione, Sorrenti chiude i conti direttamente dal servizio, 15-12.

 

CUNEO-FOSSANO 2-3 (18-25, 25-19, 22-25, 25-19, 12-15)

 

Edward Pellegrino

In foto un attacco di De Matteis (Foto Ideawebtv.it)