Intensificati i controlli sulla Torino-Cuneo: fermate 18 giovani nigeriane senza documenti

0
324

Nell’ambito dei già rafforzati servizi straordinari di vigilanza a garanzia della sicurezza dei viaggiatori e di tutti coloro che lavorano in ambito ferroviario, in particolare in orario diurno e serale, sulla linea Torino – Cuneo nelle stazioni di Fossano, Cavallermaggiore e Bra, nei giorni scorsi sono stati programmati servizi notturni per il monitoraggio dei treni provenienti da Cuneo.

In attuazione di nuovi moduli operativi, definiti servizi straordinari ad alto impatto, il personale Polfer del Settore Operativo di Torino Porta Nuova unitamente a personale del Reparto Mobile di Torino, posto a disposizione dalla locale Questura, ha proceduto, nelle giornate del 19 e del 25 ottobre u.s, al controllo dei viaggiatori provenienti in questo Capoluogo con i treni da Cuneo.

 

I servizi sono stati svolti in collaborazione con dipendenti di Trenitalia ed RFI che ha predisposto varchi alla discesa dei viaggiatori, per effettuare controlleria a terra, a sostegno delle verifiche dai Capo Treno a bordo treno. I viaggiatori sprovvisti di biglietto sono stati tutti regolarizzati all’arrivo, dodici di essi hanno provveduto a pagare sul posto quanto dovuto per il viaggio, comprensivo di soprattassa di 50 euro mentre 10 viaggiatori hanno fornito le proprie generalità per la compilazione del verbale da parte del personale FS, che prevede una mora di 101 euro.

 

Durante i servizi, eseguiti nel rispetto della sicurezza individuale degli operatori e delle persone sottoposte a identificazione, sono state controllate circa 200 persone e fermate 18 giovani nigeriane, di età compresa tra i 20 e i 30 anni, di cui una decina sprovviste di idoneo documento di identità. Nei loro confronti è scattato l’accompagnamento presso il locale Gabinetto Interregionale di Polizia Scientifica per procedere all’esatta identificazione e, tramite l’Ufficio Immigrazione, è stata verificata la posizione delle interessate sul territorio nazionale. Cinque sono risultate in regola, mentre per sei di loro è stato emesso il decreto di espulsione dal Territorio Nazionale dal Sig. Prefetto di Torino.

 

I servizi sono stati ripetuti anche nella notte del 25 ottobre ed hanno portato al controllo di oltre 150 persone ed all’identificazione di 21 viaggiatori di cui 11 straniere, tutte regolari sul territorio nazionale. I controlli proseguiranno nelle prossime settimane negli scali interessati