Fc Savigliano-Fossano 1-1, Viassi: “Un risultato che premia l’ottima partita di entrambe le squadre”

0
456
Fabrizio Viassi

Pari e patta tra Fc Savigliano e Fossano nella nona giornata del girone B di Eccellenza. Un risultato che, come sottolineato dal mister ospite Fabrizio Viassi, premia l’ottimo calcio messo in mostra da entrambe le compagini nel corso dei 90’.

 

“Ovviamente è un risultato positivo per noi – commenta il tecnico – È stata una gran partita, con grande intensità e grandi giocate: da una parte c’era una squadra come il Savigliano, con giocatori che possono risolvere il match in qualsiasi momento; dall’altra, invece, una compagine giovane come noi, che ha giocato bene a calcio facendosi valere. È un risultato giusto, che premia entrambe le squadre. In alcuni momenti potevamo spuntarla noi, in altri loro, quindi giusto così”.

 

Pari importante per gli azzurri, visto anche l’ottimo stato di forma dei rossoblu ed il contemporaneo ritorno in campo dopo quindici giorni visto il turno di riposo: “Noi arrivavamo dalla pausa, non va dimenticato. Riccardo (Milani, ndr) è un amico e un allenatore che stimo, ma non concordo su una sua dichiarazione: non è vero che noi partivamo avvantaggiati perché senza squalificati e acciacchi visto il turno di sosta. La pausa non sempre fa bene e, comunque, fosse stato il Savigliano ad averla ieri non avremmo visto in campo Varvelli perché squalificato. Se devo fare le pulci, il calendario fin qui credo abbia svantaggiato noi, piuttosto, perché ad esempio l’Acqui ha dato vita facile fin qui a tanti, mentre da dicembre in poi, quando l’affronteremo noi, potrebbe diventare un problema”.

 

L’1-1 conferma anche che il Fossano ha saputo riprendersi dopo la fase di difficoltà dovuta all’infortunio grave patito da Bottasso. Procede, quindi, il percorso di inserimento di Gorzegno in squadra: “Con lui abbiamo cambiato faccia: senza togliere nulla agli altri, con Bottasso avevamo compattezza ed equilibrio. Il suo infortunio ci ha un po’ fatti smarrire in alcuni movimenti, ma l’arrivo di Marco (Gorzegno, ndr) ci ha ridato sicurezza e tranquillità nel reparto. Ad oggi è al 60-65%, ma ieri ha già disputato una grandissima partita. Il suo mancino è importante per una squadra come noi come vuole impostare sin dalla difesa, quindi sarà fondamentale per i nostri meccanisimi. Ieri si è visto il tutto ciò: ci ha dato tanto a livello di carisma ma anche nell’atteggiamento tattico, aiutando Douza nel momento in cui ha dovuto prendere il posto dell’infortunato Mozzone”.

 

Ottime sensazioni, quindi, per un campionato ancora incerto: “Sarà molto equilibrato: chi doveva distanziare le altre non lo sta facendo e quindi tutte potranno ancora dire la loro. Noi e il Colline Alfieri, neopromosse, possiamo sorprendere. Ad oggi abbiamo giocato contro tutte le squadre che sono davanti, tutte loro hanno giocato contro l’Acqui e tutte non hanno riposato. Considerati questi aspetti, siamo in un’ottima situazione e potremo nelle prossime gare recuperare anche qualche posizione. Il Saluzzo? Ha un gruppo consolidato a cui sono stati aggiunti degli ottimi giocatori. Noi, a differenza, siamo gruppo giovane: abbiamo futuro, abbiamo patito la settimana del turno infrasettimanale, con la perdita di Bottasso che ci ha messi in difficoltà, ma ora siamo pronti a dire nuovamente la nostra”.

 

Chiusura sulle condizioni di Tounkara e Mozzone, usciti acciaccati dal match di ieri: “Ci hanno spaventati ma credo si tratti solo di due contusioni. Speriamo!”.

 

Carlo Cerutti