Controlli della Polfer sugli attraversamenti dei binari su tutta la rete Piemontese

0
384
(foto di repertorio)

L’attraversamento binari rimane una delle insidie principali per chiunque si muova in stazione ed il Servizio Polizia Ferroviaria, sempre molto attento a tale problematica, anche l’11 agosto ha dedicato una giornata di controlli straordinari su scala nazionale per il contrasto del fenomeno.

 Il Compartimento di Polizia Ferroviaria per il Piemonte e la Valle d’Aosta, con tutte le dipendenti articolazioni presenti sul territorio delle due regioni, ha effettuato servizi mirati nelle stazioni laddove si registrano maggiori criticità riferite a tali comportamenti.

Nella provincia di Torino i servizi mirati alla prevenzione di tutte le condotte che rappresentano un rischio per l’incolumità dei viaggiatori in ambito ferroviario sono stati intensificati nelle stazioni maggiormente interessate dallo spostamento di adulti e ragazzi che utilizzano il treno per gli spostamenti da e per i luoghi di villeggiatura. I controlli hanno interessato le principali stazioni del capoluogo: Porta Nuova, Porta Susa, Lingotto mentre in tutte le altre provincie sono state interessate le principali stazioni di transito dei treni. I controlli sono stati estesi anche in alcune stazioni, impresenziate quali Serravalle Scrivia, Rigoroso, monitorate dalla Polfer di Alessandria e Novi Ligure; Fossano e Savigliano dalla Polfer di Cuneo, mentre la Polfer di Domodossola ha controllato anche la stazione di Borgomanero e quella di Santhià, la stazione di Biella. L’attività si è concentrata principalmente sulla prevenzione, con l’intento di scoraggiare tutte quelle condotte che per l’imprudenza e la fretta rappresentano la causa principale in molti casi di investimenti mortali in ambito ferroviario.