Alba: conti in ordine, zero debiti ed avanzo di Amministrazione destinato ad investimenti nel Bilancio della città

0
281

Conti in ordine, zero debiti, avanzo di Amministrazione destinato ad investimenti, attenzione alla spesa, attenzione alle fasce più deboli.

 

È quanto emerso nel Consiglio comunale di Alba di venerdì 29 luglio nella sala “Teodoro Bubbio” del Palazzo comunale durante la discussione delle delibere su “Bilancio di previsione dell’esercizio finanziario 2016-2018”, “Documento Unico di Programmazione 2015-2019 relativo al periodo 2016-2018”, “Approvazione del documento Unico di Programmazione 2015-2019 – relativo al periodo 2017-2019” che hanno portato sul tavolo i conti del Comune di Alba e la gestione dell’Amministrazione guidata dal Sindaco Maurizio Marello.

 

«L’azzeramento del debito e l’attenzione alla spesa – ha sottolineato il Sindaco Maurizio Marello durante la discussione – hanno salvato il nostro Comune negli ultimi anni consentendoci di spendere nonostante il Patto di Stabilità e di avere un pareggio di bilancio continuando ad investire. Nel 2009, quando ci siamo insediati come Amministrazione avevamo 7 milioni di introiti statali, oggi ne abbiamo 700 mila. Nonostante ciò, siamo riusciti a mantenere i conti in ordine e senza debiti. Non è così per moltissimi comuni italiani che vivono il dissesto e non riescono a garantire i servizi essenziali. La nostra città fortunatamente ha anche una solidità economica che consente ai nostri cittadini di assolvere al pagamento delle tasse e questo è anche importante oltre alla corretta gestione da parte dell’Amministrazione».

 

«I limiti sulla spesa di personale – ha spiegato l’Assessore al Bilancio Luigi Garassino parlando della variazione di Bilancio – sono pienamente rispettati, sono state realizzate economie sui compensi agli amministratori, non esistono criticità nelle società partecipate che sono un’esperienza positiva. Sono previsti interventi significativi sulle opere pubbliche, sull’edilizia scolastica, sulla sicurezza stradale, un nuovo autovelox a San Rocco Cherasca, interventi sugli impianti sportivi. Ci sono 50 mila euro in più per la ventesima stagione teatrale, 20 mila euro della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo per lo Sportello di Prossimità del tribunale, 18 mila euro arrivati da sponsorizzazioni sulla Fiera del Tartufo, 27 mila euro di fondi restituzione Tari e addizionale Irpef a favore delle famiglie disagiate e per alcune categorie di attività produttive, 15 mila euro per il progetto sulla mobilità sostenibile, 24 mila euro per il canile comunale, 145 mila euro per la gara del gas metano nell’Ambito Cuneo3. Previsto l’azzeramento del contributo regionale sui trasporti locali e 700 mila euro per la gestione dello split payment IVA».

 

Sul Documento Unico di Programmazione, l’assessore Luigi Garassino ha spiegato che si articola in una parte relativa all’intero mandato amministrativo ed una seconda parte operativa che copre il triennio di riferimento del bilancio di previsione 2017-2019. Nella sezione strategica c’è anche lo stato di attuazione.

 

«L’analisi del prospetto – ha aggiunto l’Assessore Garassino – è una fotografia dei risultati conseguiti dall’Amministrazione ed un’indicazione sulle prospettive future. Nel documento di oltre 500 pagine c’è trasparenza dell’azione amministrativa, pianificazione urbanistica, opere pubbliche, mobilità, politiche ambientali, protezione civile, gestione del patrimonio, razionalizzazione e contenimento della spese di personale, razionalizzazione del lavoro degli uffici comunali, politiche sociali, cultura, turismo e sport. Presenti anche piano alienazione, fabbisogno triennale del personale, programma triennale dei lavori pubblici, programma biennale acquisti forniture e servizi. Rappresenta uno strumento essenziale per l’andamento dell’azione politica-amministrativa della città e per individuare le linee di sviluppo della medesima nei prossimi anni».

 

c.s.