Valentina Zenga nuovo presidente dell’Associazione AttivaMente

0
351

Con votazione unanime dell’Assemblea dei soci, riunitasi mercoledì 20 luglio per il rinnovo del Consiglio Direttivo, è Valentina Zenga, studentessa in Archeologia di 27 anni e volontaria in Servizio Civile presso la Biblioteca Civica “Gauberti” di Beinette, il nuovo Presidente dell’Associazione culturale AttivaMente.

Valentina sostituirà Andrea Licari, Presidente dimissionario, che ha guidato l’Associazione e gestito il servizio bibliotecario per oltre due anni. Restano invece invariate le posizioni dei membri del Consiglio Direttivo: Paola Dalmasso si riconferma Segretario, Antonio Tempesta Tesoriere, mentre Bruna Quaglia ed Elisa Aloisio mantengono entrambe il ruolo di Consigliere.

 

«È per me una grandissima emozione poter ricoprire questo ruolo – ha dichiarato Valentina a seguito dell’elezione -. Dopo un anno di Servizio Civile svolto in biblioteca – continua – ho avuto modo di innamorarmi di questo piccolo mondo, così ricco di potenzialità e, in un certo senso, anche così rivoluzionario in una società che tende a privilegiare il consumismo rispetto all’individuo e alla Cultura. Grazie alle persone che ho incontrato quest’anno, dai miei responsabili del Servizio Civile a tutti i volontari che con entusiasmo mi hanno accompagnata e guidata, è maturata in me la voglia di dare personalmente di più a questo luogo e alle persone che ne usufruiscono. Così, con la necessità di rinnovo della presidenza e dopo tanto pensare e domandarmi se sarei stata capace di prendermi un impegno così importante, ho deciso di propormi come Presidente. Con l’aiuto del direttivo e dei volontari, sono convinta che la biblioteca possa diventare ancora di più reale centro di cultura, centro attivo e di incontro, dove accogliere le esigenze dei più giovani che spesso hanno necessità di trovare uno spazio di aggregazione alternativo, e dove proporre maggiori attività e momenti di interesse per gli adulti. Ringrazio i volontari e tutti coloro che hanno scelto di riporre la propria fiducia in me, e il mio predecessore, Andrea Licari, per l’aiuto e l’affiancamento che mi sta prestando. Ora non mi resta che iniziare il lavoro con grande entusiasmo e senza riserve, nella certezza che AttivaMente possa crescere sempre di più».