Sistemata la frana di Cucchiales sulla strada provinciale per Elva

0
405

Buone notizie per la strada provinciale 335 tra Stroppo e Elva. Con il collaudo degli ancoraggi in parete da parte dell’Ufficio Tecnico della Provincia, si sono conclusi i lavori di consolidamento del fronte in frana lungo la strada, in località Cucchiales nel Comune di Stroppo.

 

L’intervento, dal costo di 172.352 euro finanziato mediante devoluzione Mutui Cassa Depositi e Prestiti, è stato appaltato all’impresa Geomont di Lecco, specializzata in lavori in parete.

 

I lavori hanno interessato un fronte in frana lungo circa 120 metri, con un’altezza massima di quasi 20 metri. Dopo essere intervenuti per la pulizia e il disgaggio degli elementi instabili, il fronte è stato consolidato con la posa di un rivestimento di rete metallica in filo di acciaio temprato ad alta resistenza, armata perimetralmente con una fune in acciaio e assicurata in parete da una fitta maglia di barre di ancoraggio autoperforanti in acciaio cementate sul posto. Per garantire un corretto deflusso delle acque alla base del pendio sono stati posati una serie di dreni orizzontali, una nuova cunetta alla francese e due nuovi attraversamenti stradali.

 

Nel frattempo continua il piano di interventi per il ripristino e la messa in sicurezza della provinciale 335 che collega il Comune di Elva alla viabilità principale di fondovalle (strada provinciale 422 della Valle Maira) attraversando il Comune di Stroppo. Sono in corso altri interventi a monte della frazione Cucchiales dove, nel tratto verso la frazione San Martino, la ditta Fratelli Garnero di Elva sta realizzando i cordoli in calcestruzzo armato e installa le relative barriere di sicurezza stradale, per una spesa di 35.248 euro.

 

Al km 8 della provinciale 335 l’impresa Gelamo srl sta lavorando al consolidamento di un tratto in frana. Dopo aver riprofilato il fronte roccioso sul lato di monte per garantire il transito durante le lavorazioni, si è provveduto alla posa di reti metalliche armate di rivestimento corticale del fronte. Attualmente si sta costruendo un muro di sostegno in calcestruzzo armato di sottoscarpa per circa 35 metri. Infine, tra i km 8 e 10 della strada provinciale, la ditta Somoter di Borgo San Dalmazzo sta eseguendo le cunette alla francese per lo scolo delle acque superficiali nei vari attraversamenti. Poi si ricostruirà la sovrastruttura stradale deformata, utilizzando materiali idonei e adottando pendenze trasversali per convogliare correttamente l’acqua piovana.

 

c.s.