Barge: richiesta alla Regione Piemonte una sezione aggiuntiva per la Scuola dell’Infanzia San Martino

0
245

Con deliberazione di Giunta n. 61 del 05 maggio scorso, l’Amministrazione Comunale ha formalmente disposto di richiedere alla Regione Piemonte – Direzione Coesione Sociale – Settore Politiche dell’Istruzione, l’istituzione in Barge, per l’anno scolastico 2016/2017, di una sezione aggiuntiva a tempo pieno di Scuola dell’Infanzia, ad integrazione di quelle già esistenti (n. 6 sezioni presso la Scuola dell’infanzia di Barge Capoluogo, una sezione presso la Scuola dell’Infanzia San Martino, n. 1 sezione presso la Scuola dell’Infanzia di Crocera).

 

 

Questa sezione, qualora concessa dalla Regione, verrà collocata presso il plesso della Scuola dell’Infanzia di Barge Capoluogo, sito in via Campo Sportivo n. 20, ove risultano disponibili dei locali che verranno appositamente allestiti e messi a disposizione, in modo da consentire, l’inserimento di tutti gli iscritti in lista di attesa. Lo stesso Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo di Barge Dott. Piero Ercole Bottiroli aveva esposto all’Ente la necessità di provvedere per il prossimo anno scolastico, per la Scuola dell’Infanzia, all’istituzione di una sezione aggiuntiva a tempo pieno, per consentire l’inserimento di tutti gli iscritti.

 

Anche alla luce della realtà demografica del nostro paese, che vede una presenza importante di alunni in età scolare di etnia cinese e dell’area maghrebina su cui da anni il Comune di Barge è impegnato in azioni di prevenzione dell’abbandono scolastico e di integrazione socio-culturale, l’Amministrazione Comunale, al fine di risolvere il problema delle liste di attesa nella Scuola dell’Infanzia aveva già portato avanti e realizzato nell’anno 2013 un ampliamento della Scuola dell’Infanzia di Capoluogo, andando ad implementare le infrastrutture scolastiche necessarie ad accogliere tutte le richieste di iscrizione alla Scuola dell’Infanzia provenienti dalle famiglie residenti.

 

Il presente ampliamento, attualmente già ufficialmente richiesto alla Regione Piemonte, è fortemente voluto ed è stato prontamente promosso dal Sindaco Luca Colombatto e dalla sua Amministrazione, risultando indispensabile per venire incontro alle esigenze dei genitori che necessitano di iscrivere i propri figli a scuola.

 

c.s.