Volley B1/F: al “PalaBreBanca” vincono Cuneo e lo spettacolo, Mondovi cede 3-2 in un magnifico derby | Che emozioni per gli oltre 3000 spettatori sugli spalti! LPM avanti 2-0, Cuneo risorge e rimonta 3-2

0
238

Non ci si giocava lo Scudetto. E nemmeno la Champions League. Eppure, ieri, il PalaBreBanca è tornato quello delle grandissime occasioni, delle partite a cui assistere a tutti i costi: oltre 3000 persone, per un derby di Serie B1 che, come nelle aspettative, ha regalato uno spettacolo davvero incredibile. E forse anche qualcosa di più.

 

Alla fine la spunta Cuneo, con tanto cuore, carattere e la forza delle squadre costruite per vincere: ad un passo dal baratro, la clamorosa rimonta, contro una LPM Mondovì che ha incantato (e dominato) per oltre due set, facendo sudare freddo tutti i supporters biancoblu ma cedendo proprio sul più bello, anche con un po’ di sfortuna dopo gli infortuni di Stomeo prima (colpo al volto per lei) e Dhimitriadhi poi (distorsione alla caviglia). Finisce con 3-2 che rimarrà impressa nella storia recente dei due club.

 

Sestetti tipo da una parte e dall’altra per un appuntamento così atteso: Ebana scaglie Bonifazi al palleggio, Bertiglia opposto; centrali Millesimo e Facendola, in banda Borgna e Gili, libero Brero; Venco invece affida la regia a Stomeo, con Lugli opposto; in mezzo Bruno e Borgogno, schiacciatrici Camperi e Dhimitriadhi, libero Rolando.

 

PRIMO SET

Altissimi ritmi già dalle prime frasi, di fronte ad un pubblico molto caldo sin da subito, con le due tifoserie organizzate pronte a stuzzicarsi a più riprese (e ci sta). Ma anche il pubblico “borghese” e quello neutrale, vengono avvolte dalla grande atmosfera sin da subito. Ne viene fuori un primo set che parte a razzo: così come Cuneo che apre con un 4-0 secco e Borgna (che sarà la miglior realizzatrice al termine) già prolifica, così come la Millesimo a muro. Mondovì si sblocca e, poco a poco, entra in partita: sugli scudi Camperi che permette alle monregalesi di accorciare e ritrovarsi a -2 al primo time out tecnico (8-6, dopo essere arrivate anche sul 6 pari).

Nella fase centrale del set, Cuneo perde le misure e le ospiti, nonostante uno scontro a rete che limiterà la gara della Stomeo (colpita allo zigomo) trovano il parzialone: Bruno, Lugli e, soprattutto, Borgogno alzano il muro e dominano sopra la rete, Mondovì con un 7-1 di break va alla seconda sosta programmata avanti 13-16. Una scia positiva che prosegue anche alla ripresa del gioco, con il break che prosegue fino al 13-19. Ebana prova a dare la scossa con gli inserimenti di Baiocco, Torchio e Brignone, ma i problemi in ricezione e nella costruzione delle trame affossano le biancorossoblu: Borgogno dà spettacolo a muro, ospiti che chiudono con un netto 19-25.

 

SECONDO SET

Cuneo torna in campo con il sestetto tipo, ma l’inizio è ancora ricco di difficoltà: Mondovì scappa sull’1-6, sfruttando anche i tanti errori delle padrone di casa e costringendo Ebana a stoppare il gioco. Ne approfittano gli ultras delle due squadre per pizzicarsi a vicenda, con uno striscione “peperino” dei Blu Brothers ricordando il derby d’andata al PalaItis: Cuneo, con pazienza, rialza la testa e prova a rimettersi in quadro dopo il 3-8 al time out tecnico, rosicchiando poco a poco punti alle avversarie, sempre trascinate da una super Borgogno e da una Camperi che punisce spesso e volentieri da posto 4, e trovando la parità a quota 13 (break di 7-2 dal 6-11, con Gili, Bertiglia e Facendola che, finalmente, rispondono “presente”). Cuneo mette la freccia, va al time out tecnico avanti 16-14, uscendo bene dalle panchine e sembrando in grado di poter pareggiare il computo dei set (20-17): Mondovì, però, si dimostra ancora squadra senza paura e, con un turno positivo al servizio della Dhimitriadhi, costringe le padrone di casa ad un finale fianco a fianco: ancora eccezionale protagonista Borgogno (che chiuderà a quota 18), Cuneo spreca, fermandosi di fatto sul 23-21. Mondovì assesta un break mortifero di 4-0 e vola sul pazzesco 0-2.

 

TERZO SET

Cuneesi stordite e che sembrano in balia delle avversarie nella prima parte di set: il muro monregalese continua a respingere gli attacchi biancorossoblu, Bonifazi e compagne sotto 6-8 al primo time out tecnico ma che prendono sberle nella fase centrale. LPM scappa sull’8-16, sembrando inarrestabile e mettendo con le spalle al muro le padrone di casa. Da questo momento, inizia un’altra partita: Cuneo, ad un passo dal baratro, getta il cuore oltre l’ostacolo, trovando le energie fisiche e mentali per riportarsi a contatto e le soluzioni tecniche per fare finalmente male. Decisivi i cambi attuati da Ebana: Giometti ed Aliberti cambiano il volto della squadra, regalando soluzioni più efficaci alle biancorossoblu. Ricomincia a macinare punti anche Borgna, mentre dall’altra parte Stomeo, ancora a mezzo servizio per il colpo subito precedentemente, deve lasciare posto alla seconda palleggiatrice, la giovanissima Gallesio, accomodandosi in panchina con tanto di borsa di ghiaccio sul volto. Con un parziale impressionante di 12-4 “out of nowhere” Cuneo trova un’insperata parità (20-20): Mondovì fuori ritmo, l’ace di Borgna ed il muro proprio di Giometti spaccano le fasi finali (23-20), l’Acqua San Bernardo Bre Banca Cuneo rimanda la sfida al 4° set (25-22, con uno strappo complessivo di 17-6).

 

QUARTO SET

Nonostante la clamorosa chance gettata al vento, la LPM non parte male nel quarto gioco, bisogna ammetterlo: partita ora equilibrata, con Cuneo che conferma le scelte attuate in corsa, mentre dall’altra parte Mondovì continua a non poter dare continuità in regia, per l’infortunio della Stomeo, ma riprende a guidare il risultato: 4-8 al time out tecnico. Altra svolta, durante lo scambio sull’11-14 quando Dhimitriadhi cade male, rimanendo a terra dolorante: distorsione alla caviglia e gara finita per la schiacciatrice, fino a quel momento fra le migliori con i suoi 12 punti. Al suo posto Maiolo (che timbra subito il cartellino). Così come successo in precedenza, Mondovì perde la bussola e Cuneo ne approfitta: il servizio mancino di Bertiglia fa penare la ricezione ospite, non solo colpendo direttamente, ma creando anche i presupposti per i problemi di costruzione del gioco monregalese e facilitando la vita al muro locale. Arriva il sorpasso in tempo per la seconda sosta programmata (16-15): la LPM rientra in campo con un mini-break di 3-0 (16-18) ma che si spegne poco a poco: ancora decisive Borgna e Giometti (pungente in battuta), controparziale biancorossoblu ed altro ribaltamento del risultato (19-18). Padrone di casa sulle ali dell’entusiasmo, Borgna martella ed a poco servono gli stop chiamati da Venco per riordinare le idee ed il rientro in campo, stringendo i denti, di Stomeo al palleggio: Cuneo porta il match al tie-break fra il tripudio generale, 25-21.

 

QUINTO SET

Il tie-break, prevedibilmente, è infuocato, con Cuneo che ha più birra dopo aver scampato un ko che ormai pareva netto e pesante: Mondovì sulle gambe e, dopo poco, nuovamente senza Stomeo, che dà forfait una volta per tutte questa volta. Apre l’ace della Bertiglia, le ragazze di Ebana condurranno dall’inizio alla fine: al cambio di campo è 8-3, complici i tanti errori monregalesi. In un finale in cui arriva anche un cartellino rosso a Borgna, la LPM prova a rientrare per l’ultima volta in partita (13-12 da 13-8), ma questa volta non ci saranno sorprese: il punto esclamativo lo mette Diana Giometti che fa esplodere il “PalaBreBanca”, 15-12.

 

Cuneo ipoteca il secondo posto e continua a sperare ancora nel primato (ancora a -2 dalla capolista Lodi); onore delle armi alla LPM Mondovì, sempre terza ed a +3 dalla Tecnoteam Albese, squadra con la quale dovrà contendersi la terza posizione e l’accesso ai playoff.

 

BRE BANCA CUNEO 3
LPM PALLAVOLO MONDOVI´ 2
(19-25; 23-25; 25-22; 25-21; 15-12)

 

BRE BANCA CUNEO: Bonifazi 3; Bertiglia 12; Millesimo 12, Gili 4; Borgna 19, Facendola 11; Brero (L); Baiocco 1, Brigone, Torchio, Aliberti 4, Giometti 9. All.: Ebana.

 

LPM PALLAVOLO MONDOVI´: Stomeo 2; Lugli 10; Borgogno 18, Bruno 6; Dhimitriadhi 12, Camperi 16; Rolando (L); Rinaldi 1, Costamagna, Cane, Gallesio, Maiolo 2; Sciolla, Mandrile (L2). All.: Venco.

 

Edward Pellegrino

In foto la gioia delle cuneesi dopo la vittoria (Foto Ideawebtv.it)