Alba: il 12 aprile il reading “Medici Senza Frontiere si racconta”

0
168

Martedì 12 aprile alle 20.30, Medici Senza Frontiere e l’Associazione Alec organizzano presso la Libreria San Paolo (Via Vittorio Emanuele, 30 Alba) il reading “Medici Senza Frontiere si racconta”, con letture di Angioletta Cucè dell’Associazione di Albatros e di Elena Vecchi, un‘occasione per conoscere da vicino l’azione della più grande organizzazione medico umanitaria indipendente al mondo.

 

Durante la serata, racconti e lettere dei migranti e di chi li assiste ricostruiranno frammenti delle loro storie dalle più varie parti del mondo, alternandosi con foto e, soprattutto, con le testimonianze dal vivo di due degli operatori umanitari di MSF: Sara Vaschetto, infermiera di Alba, con diverse missioni alle spalle ad Haiti e Repubblica Democratica del Congo e Edoardo Fanti, medico di Bra, con esperienza in diversi paesi da Etiopia e Niger alla Repubblica Democratica del Congo dove ha lavorato in un progetto di salute materno infantile a Masisi (Nord Kivu). “Molte donne raggiungono il nostro ospedale in stato di travaglio avanzato, hanno lavorato fino a un momento prima o hanno camminato da sole per chilometri” racconta Edoardo “Spesso, dietro le loro gravidanze c’è violenza, un passato di cui non è facile parlare, quasi un’onta di cui vergognarsi. La gravidanza non è una malattia, nessuna donna dovrebbe morire di parto. Questo è lo spirito con cui è nato il Villaggio delle Donne di MSF a Masisi.”

 

La serata fa parte della campagna #Milionidipassi dedicata alle popolazioni in fuga da guerre e violenza.
MSF è da anni attiva nell’assistenza a rifugiati, richiedenti asilo e migranti in decine di paesi del mondo, un impegno rafforzatosi con l’aggravamento della crisi migratoria nel mar Mediterraneo e lungo la rotta Balcanica.
La campagna #Milionidipassi mira a far conoscere le vere storie di chi lascia la propria terra, a descrivere le attività degli operatori umanitari di Medici Senza Frontiere, e a mostrare quali “passi” tutti possono fare per sostenere questa azione umanitaria. Si aderisce su www.milionidipassi.it . L’ingresso è libero sino a esaurimento dei posti.