Lo sfogo di un nostro lettore, vittima di furto in casa: “Altro che isola felice, Cuneo non è più sicura”

0
89

Riceviamo e pubblichiamo lo sfogo di un nostro lettore, vittima del secondo tentato furto in casa nel giro di poco tempo a Cuneo.

 

Buongiorno Direttore

 

le scrivo per raccontarle quanto mi è successo ieri sera alle ore 17 tornando a casa: ancora una volta sono stato vittima di un furto. il secondo in soli sei anni. Per fortuna mia, devo dirlo, non ho nulla di valore che possono prendere eppure ogni tanto vengono a farmi visita: certe scene, come si vede in queste foto, servano da monito a tutti i cittadini Cuneesi!

E’ una cosa vergognosa non avere la sicurezza in un posto come la propria casa, che dovrebbe essere il più tranquillo è sicuro! Sì, Cuneo purtroppo non è più questa isola felice, da molti anni ormai si va sempre più in basso in tutti i sensi, sulla sicurezza non ne parliamo!

 

Ultimamente a Cuneo ci sono stati e ci sono ancora numerosi furti in appartamenti ville e garage: la domanda è, chi dovrebbe garantire la nostra sicurezza? Come si fa a dare la sicurezza al cittadino se non forniamo mezzi, personale e attrezzature alle nostre forze dell’ordine? Il Sindaco che ruolo ha in tutto questo e perché è sempre cosi assente su un problema cosi importante? A cosa serve pagare tasse per avere servizi che poi tanto non ci vengono forniti?

 

Mi perdoni, Direttore, ma in quale degrado stiamo vivendo?  Veramente non si può più uscire di casa per paura che entrino ospiti non desiderati? E sul tema prostituzione? A Cuneo abbiamo prostitute che si prestano pure in Piazza Galimberti di notte, sul ponte vecchio e nuovo, alla stazione, e difronte a l’ospedale: ci chiederanno il nostro cortile per professare la loro prestazione?

 

Io credo che si debbano aiutare e tutelare le forze dell’ordine che ci sono rimaste, dare più risorse a queste stupende persone lasciate sole anche dallo Stato: che cosa possono fare se non ci sono fondi necessari per loro per fare in modo che possano usare gli strumenti necessari per garantire la sicurezza al Cittadino? 
Lo stato che cosa fa? La Regione che cosa fa? La Provincia che cosa fa? Il Comune che cosa fa?

Una cosa la farò io mi creda: da oggi mi informerò su quali passi fare per prendere un porto d’armi per garantire la sicurezza alla mia famiglia, ascolterò i consigli che mi sono stati dati dalle forze dell’ordine in quanto inserire sempre l’allarme anche di giorno, anche per portare i cani a fare i bisogni e mettere inferiate a tutte le finestre. Sì purtroppo dobbiamo far diventare casa nostra un carcere.

 

LP