Controlli a tappeto della Polizia di Stato nella stazione di Bra: 53 persone identificate, un arresto

0
142

Un vero e proprio spiegamento di forze era presente martedì scorso nella stazione ferroviaria di Bra dal primo pomeriggio e fino a tarda sera.

Gli uomini della Polizia Ferroviaria, del Reparto prevenzione Crimine Piemonte, della Polizia Municipale di Bra e delle Unità Cinofile antidroga della Questura di Torino, hanno eseguito controlli a tappeto anche nelle aree limitrofe, oltre che nei locali della stazione, quali esercizi commerciali e sala d’aspetto.

 

Nel corso delle attività, che hanno portato all’identificazione di cinquantatré persone, una cittadina nigeriana di ventotto anni residente nel cuneese, regolare sul territorio nazionale, è stata denunciata in stato di libertà per aver declinato agli agenti di polizia delle generalità risultate poi false mentre un cinquantenne italiano pluripregiudicato e residente a Torino è stato associato presso il carcere di Cuneo in esecuzione di una misura di sicurezza detentiva.
Sono inoltre state elevate due contravvenzioni per attraversamento binari, una pratica spesso posta in essere senza riflettere sulle conseguenze che potrebbe avere, e nei confronti della quale il personale del Posto di Polizia Ferroviaria di Bra, nel corso dei servizi di vigilanza e controllo, quotidianamente interviene per la sicurezza dei viaggiatori che in questo scalo sono maggiormente rappresentati da giovani studenti pendolari.

 

Il servizio, che ha registrato l’apprezzamento dei cittadini in transito nello scalo, si inserisce nella già intensificata attività di prevenzione nella tratta comprendente le stazioni di Bra, Fossano e Savigliano, coordinata dal Compartimento della Polizia Ferroviaria del Piemonte in sinergia con la Questura di Cuneo, con risultati positivi in termini di sicurezza per i viaggiatori e per il personale che lavora in ambito ferroviario.

 

c.s.