Savigliano: 18enne marocchino fermato sulla tratta Torino-Mondovì e denunciato per porto d’armi abusivo | Il giovane, perquisito, portava con sè un manganello telescopico ed una bomboletta spray di gas paralizzante

0
203

Negli scorsi giorni un giovane marocchino di 18 anni è stato fermato dalla Polizia Ferroviaria di Cuneo sul treno regionale della tratta Torino-Mondovì: alla stazione di Savigliano il giovane, accortosi di essere stato riconosciuto e notato dalle forze dell’ordine, è sceso precipitosamente.

 

Con il treno fermo alla stazione, il 18enne è risalito da un ingresso di un’altra carrozza chiudendosi nella toilette: una volta uscito si è trovato di fronte gli agenti, che lo hanno fermato e finalmente identificato. Nello zaino è stato rinvenuto un manganello telescopico mentre, nascosta nel cappuccio dela felpa, una bomboletta spray con gas paralizzanta. Gli oggetti sono stati sequestrati e messi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria: il giovane, con diversi precedenti per furto, rapina, porto d’armi ed oggetti atti ad offendere, violenza e minaccia a pubblico ufficiale e già identificato dalla Polfer mentre era, in passato, in compagnia di un gruppo di persone con precedenti per furto (e noti anche per il loro viaggiare sui treni senza biglietto), è stato nuovamente denunciato all’Autorità Giudiziaria.

 

Redazione Ideawebtv.it