Cuneo Calcio, ci scrivono i Fedelissimi: “Stadio semivuoto? Nessuno sforzo per riportare entusiasmo, già tanti 800 tifosi”

0
814

Lettera che non le manda a dire quella inviata alla nostra Redazione dal Club Fedelissimi del Cuneo Calcio, nella quale si fa riferimento al complessivo poco pubblico per le gare biancorosse, in casa ed in trasferta. Ecco il testo integrale:

 

“Di recente, dopo la partita casalinga Cuneo-Cittadella, su un giornale locale si parla di “uno stadio semivuoto” riferendosi allo stadio Paschiero. Essendo questo solo l’ultimo caso in cui si parla dell’esiguo numero di persone che tiferebbe per la squadra e di “insulti, volgarità e offese varie” anziché sostegno, noi tifosi del Cuneo Calcio e nello specifico noi Fedelissimi ci teniamo a far presente che siamo stufi di sentire e leggere questo genere di commenti!
Voi che criticate il tifo cuneese venite mai in trasferta? Non credo perché se no vedreste stadi desolatamente vuoti e nessun tipo di tifo organizzato, con le rare eccezioni di città come Reggio Emilia, Alessandria e poche altre che hanno però ben diverse storie a livello calcistico e soprattutto non hanno un presidente dimissionario, una società in vendita senza nessun progetto futuro certo!
Fino a luglio non si sapeva nemmeno se la squadra si sarebbe iscritta al campionato, nessuna presentazione ufficiale dei giocatori ed il solito silenzio che da anni accompagna il Cuneo Calcio.
Nessuno nell’ambiente fa il benchè minimo sforzo per portare un po’ di entusiasmo a Cuneo, sui giornali della provincia si legge più sovente del Bra che del Cuneo e il Comune latita.
Volete del materiale del Cuneo Calcio? Provate a chiedere alla Società…il nulla!
E allora di cosa stiamo parlando?

 

Ottocento tifosi sono persino tanti in una situazione del genere e voi addetti al lavoro, la Società, i giocatori, dovreste ricordarvi ogni tanto di RINGRAZIARE i tifosi che si danno da fare per portare qualcuno in più al Paschiero, che organizzano cene, aperitivi, lotterie, votazioni e premiazioni a proprie spese per coinvolgere più persone possibile, che si fanno le sciarpe e le indossano sotto i portici difendendo i colori del Cuneo dagli sfottò dei tifosi di squadre di serie A!
Secondo voi trenta tifosi che partono per Alessandria pur sapendo già di avere pressochè nessuna speranza di fare un risultato positivo sono pochi?
Quanti tifosi ospiti avete visto quest’anno al Paschiero? Pochi, pochissimi, ma quei pochi vengono quasi sempre ringraziati delle rispettive squadre! Noi mai.
Per quanto riguarda poi gli insulti, certo, ci sono anche quelli, come purtroppo in ogni stadio d’Italia e se su dieci mila tifosi il singolo non si nota, quando si è in pochi quel qualcuno spicca, ma si sentono sicuramente anche gli applausi e gli incitamenti ai nostri ragazzi.
E’ ora di finirla e di remare tutti nella stessa direzione, solo così riusciremo a portare più gente allo stadio e a sostenere in modo adeguato i colori della nostra città.

 

Cordiali saluti
I Fedelissimi Cuneo”