Furto di 20.000 euro al Circo a Carmagnola: denunciati tre nomadi sinti

0
91

In un indagine lampo i Carabinieri di Alba hanno identificato e denunciato tre nomadi di etnia sinti responsabili di un furto ai danni della proprietaria di un circo.

 

I fatti si svolgono a Carmagnola. Nel primo pomeriggio del 10 gennaio i tre nomadi, due donne e un uomo, rompono un vetro del caravan di un circo che in quei giorni si sta esibendo nella cittadina dell’hinterland torinese. A bordo c’è la somma di circa ventimila euro che i tre arraffano per poi dileguarsi.
A mettere i militari sulle tracce del terzetto sono state le vittime stesse. Pare infatti che uno dei tre autori del furto, una 18enne di origine sinti, fosse una collaboratrice del circo, che avendo appreso che la titolare, una quarantenne residente a Bene Vagienna, si era allontanata dal camper per andare in un certo commerciale a fare acquisti, ha chiamato i complici per mettere a segno il colpo. Con una rapida indagine, i Carabinieri hanno identificato anche gli altri due ladri che hanno ammesso le loro responsabilità senza però restituire il maltolto.

 

Durante le fasi delle indagini c’è stato anche un assembramento delle due fazioni davanti alla caserma dei Carabinieri di Alba. Le vittime da una parte, disposte persino a passare alle vie di fatto pur di riottenere il denaro e i sinti dall’altra che inizialmente negavano ogni coinvolgimento, salvo poi ammettere le loro responsabilità. Tra le due fazioni i Carabinieri di Alba che hanno faticato non poco a mantenere la calma tra i contendenti ed evitare che i due gruppi arrivassero allo scontro fisico.

 

I tre nomadi risponderanno di concorso in furto in abitazione aggravato dato che il codice penale considera alla stregua di abitazioni anche i mezzi quali camper e roulotte, per il semplice fatto che sono luogo di dimora.

 

c.s. Carabinieri Alba