Busca: furto con scasso in abitazione, colte sul fatto due nomadi rom del torinese

0
469

La notte scorsa i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di CUNEO e della Stazione di BUSCA hanno arrestato una 17enne nomade rom di Torino, denunciando a piede libero anche una sua complice 14enne rom, per il reato di tentato furto aggravato in abitazione in concorso.

 

Verso l’una di notte, un operaio 40enne di Busca, rientrato a casa da una serata passata con amici e parenti, ha notato evidenti segni di forzatura sulla porta d’ingresso di casa sua ed ha subito richiesto l’intervento dei carabinieri sul NULERO D’EMERGENZA 112. 

 

Sul posto, in breve tempo, sono giunte due pattuglie che perlustrando quell’edificio hanno trovato nascoste nei pressi le due ragazze e le hanno poi condotte in caserma.
Dagli accertamenti è emerso che entrambe, abitanti in due distinti campi nomadi della periferia torinese, erano già gravate da numerose denunce per reati contro il patrimonio pur essendo ancora minorenni. Nel corso della perquisizione alle due, con l’ausilio di un carabiniere donna, i militari rinvenivano e sequestravano anche un “piede di porco” e due cacciaviti, “strumenti del mestiere” evidentemente usati per forzare porte di abitazioni per mettere a segno furti.

 

La più grande delle due è finita in arresto e quindi associata al C.P.A. (Centro di Prima Accoglienza) di Torino su disposizione del P.M. di turno della Procura della Repubblica per i Minori di Torino mentre la più piccola è stata riaffidata ai propri genitori.
Sono tuttora in corso sulla vicenda indagini da parte dei carabinieri di Cuneo per accertare se abbiano commesso altri furti in abitazione, con le stesse modalità esecutive, nei giorni scorsi nella zona di Busca e nei comuni limitrofi.

 

c.s.