Bollini Rosa: Onda premia gli ospedali di Cuneo, Savigliano e Mondovì

0
73

Pioggia di bollini rosa sugli ospedali cuneesi. Mercoledi 16 dicembre si è svolta a Roma, presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, la premiazione di 249 ospedali italiani “Amici delle donne”.

Tra questi sono 12 i piemontesi (5 aziende ospedaliere e 7 ospedali di Asl), mentre Cuneo porta a casa un discreto bottino, con due bollini rosa assegnati a ciascuno degli ospedali di Savigliano e Mondovì e tre (il massimo) per l’Azienda Ospedaliera S. Croce e Carle, riconoscimento che avrà valore per il biennio 2016/2017.

 

La selezione è stata effettuata dall’Osservatorio nazionale sulla salute della donna (Onda), da sempre impegnato sul fronte della promozione della medicina di genere e si è basato sull’applicazione di un algoritmo matematico alle risposte fornite nel questionario di candidatura in relazione alle specialità presenti negli ospedali, alle loro caratteristiche e alle prestazioni offerte alla popolazione femminile.

 

In particolare, per la valutazione, sono stati presi in considerazione: la presenza, all’interno delle aree specialistiche di maggior rilievo clinico ed epidemiologico, di servizi rivolti alla popolazione femminile, l’appropriatezza dei percorsi diagnostico-terapeutici e l’offerta di prestazioni aggiuntive legate all’accoglienza in ospedale e alla presa in carico della paziente, come la telemedicina, la mediazione culturale e il servizio di assistenza sociale.
Le Strutture entrano così a far parte di un network di ospedali premiati che riservano un’attenzione particolare ai servizi dedicati alla prevenzione, diagnosi e cura delle principali patologie femminili. Dal 7 gennaio tutte le informazioni relative alle attività e ai servizi premiati saranno inserite in apposite schede sul sito www.bollinirosa.it.
Soddisfazione viene espressa dalle Aziende premiate. Paola Malvasio, Direttore sanitario di azienda del S. Croce e Carle: ““Siamo estremamente soddisfatti di questo riconoscimento che sottolinea l’impegno e la particolare attenzione che i professionisti dell’Azienda stanno portando avanti da anni nei confronti della salute della donna.”

 

Gloria Chiozza, direttore sanitario dell’Asl CN1: “Riteniamo importante che entrambi gli ospedali cardine dell’Asl abbiano ottenuto due bollini, che è già un riconoscimento di buon livello e rappresenta l’attestazione di un percorso di attenzione crescente che abbiamo dimostrato in materia di medicina di genere.”