Terza Categoria: Clamoroso! Il Cavallerleone vince a tavolino la gara con la Lamorrese| Schierato un giocatore non segnato in distinta. La Lamorrese: “Pronto il contro-ricorso”

0
259

La telenovela post Lamorrese – Cavallerleone non vuole saperne di finire, e come in ogni telenovela che si rispetti, i risvolti sono clamorosi.

Proprio nel momento in cui tutti si attendevano (Cavallerleone in primis, almeno a giudicare da quanto affermato nel comunicato stampa post gara) il 3 a 0 a tavolino per i lamorresi in seguito alla sospensione anticipata della gara dopo il quinto “rosso” sventolato davanti al naso dei giocatori ospiti, ecco arrivare il Comunicato Ufficiale numero 27 nel quale il Giudice Sportivo assegna un clamoroso 0-3, sì a tavolino, ma a favore del Cavallerleone, in seguito ad un ricorso presentato proprio dal sodalizio giallonero. Tutto questo perchè, citando il comunicato “La Lamorrese ha schierato durante la disputa della gara un giocatore indossante la maglia il n. 20; tuttavia dalla disamina della distinta gara presentata all’arbitro dalla Società Lamorrese si evince che alcun giocatore presente in distinta indossa tale numerazione. Dalla disamina del rapporto di gara risulta che tale giocatore è entrato sul terreno di gioco al 20o minuto del secondo tempo in sostituzione del no 17”. La beffa per i Lamorresi, che privati dei 3 punti perdono anche la vetta della classifica, non si ferma qui. Inibito anche un dirigente per aver permesso l’accesso al terreno di gioco a soggetto non identificato o identificabile e multa di euro 50.

Sconcerto in casa Lamorrese per questo clamoroso ribaltone “Nessun illecito è stato commesso e sicuramente ricorreremo in appello – fanno sapere i langaroli – il giocatore non identificato è il nostro tesserato Andrea Miscia che è stato inserito originariamente in distinta con il numero 2 per poi indossare la maglia numero 20 per indisponibilità della 2. Tale variazione era comunque stata rilevata e segnalata dall’arbitro al momento dell’appello, quindi questo ricorso non ha fondamento”. Di ben altro tenore, soprattutto dopo le dichiarazioni rilasciate dopo il “fattaccio” le reazioni del Cavallerleone, che si sono lasciati andare ad un liberatorio “Finalmente giustizia è stata fatta”.

La senzazione, comunque, è che la situazione, figlia di una collezione incredibile di errori, sia lontana dalla conclusione. Nel Comunicato Ufficiale numero 26 che sanzionava i giocatori del Cavallerleone espulsi dal campo veniva infatti “dimenticato” un giocatore allontanato prematuramente dal campo che, di fatto, causava la conclusione anticipata della gara. Sono solo 4 e non 5 i giocatori appiedati” dal Giudice Sportivo, una condizione che non solo non riflette quanto accaduto in campo a La Morra, ma che fa venire meno i presupposti per la sospensione anticipata della gara e che potrebbe configurare così un clamoroso errore tecnico. Un giocatore, Bottero, espulso per fallo da ultimo uomo nella gara con la Lamorrese, “graziato” dal Giudice Sportivo, è poi stato schiarato dal Cavallerleone nella gara susseguente con il Sant’Albano Stura e qui nuovamente espulso…insomma, una girandola di errori clamorosa, avviata da un arbitro a detta di tutti non pronto per una sfida così delicata, proseguita dentro e fuori dal campo dalle due squadre e completata dal Giudice Sportivo con decisioni a suo modo clamorose.
E la telenovela, c’è da scommetterci, è lontana dal vivere il suo lieto fine.