Acciuffato a Barcellona Piergiacomo Azzolin, l’uomo evaso dalla clinica San Michele di Bra | Ha provato a salire in metro sprovvisto di biglietto: fermato dalla polizia locale

0
457

Ha provato a salire sul treno sprovvisto di biglietto: così è stato rintracciato in Spagna, a Barcellona, Piergiacomo Azzolin, l’uomo che all’inizio di novembre si era allontanato dalla clinica San Michele di Bra, dove si trovava in quanto detenuto secondo la procedura del Rems (Residenza per l’esecuzione della misura di sicurezza) su ordine del tribunale di Vercelli.

Trentaduenne originario di Ivrea, Azzolin era fuggito dalla struttura braidese dopo poche ore dal suo arrivo. Come conferma il comandante della compagnia dei carabinieri di Bra, il capitano Roberto Di Nunzio, dalle indagini effettuate  sul passato dell’uomo e suoi suoi contatti, i militari avevano ipotizzato che potesse trovarsi in Spagna e per questo avevano avviato le procedure internazionali necessarie, diffondendo l’identikit del 32enne. Dopo essere stato fermato senza biglietto alla stazione di Barcellona, l’intervento della polizia locale ha dunque permesso di identificare l’uomo. Piergiacomo Azzolin si trova ora in una struttura sanitaria psichiatrica di Barcellona, in attesa dell’estradizione. I tempi potrebbero essere non così brevi, ma una volta arrivata l’autorizzazione, l’uomo tornerà in Italia e verrà riportato nella casa di cura San Michele di Bra.

 

GDS