Fondi Crosetto, la controreplica di Cirio: “Felice che i parlamentari cuneesi si siano svegliati”

0
72

Sono felice che i nostri parlamentari cuneesi si siano svegliati e che, a “soli” tre anni da quando sono stati eletti, abbiano finalmente organizzato un incontro a Roma con la nostra Provincia per discutere della viabilità legata al completamento dell’Asti-Cuneo. Meglio tardi che mai!

. A parlare è l’eurodeputato Alberto Cirio che, nei giorni scorsi, aveva denunciato la richiesta di revoca, da parte del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, dei 36 milioni di euro autorizzati nel 2009 per le Province di Cuneo e Asti e finalizzati a interventi di viabilità.

 

“Mi spiace che qualcuno non abbia apprezzato la durezza dei miei toni – continua Alberto Cirio – ma, se non avessi denunciato con parole forti questo furto, oggi di questo problema continuerebbe a non occuparsene nessuno. Ribadisco comunque che, al momento, l’unico atto ufficiale da parte del Ministero è la richiesta di revoca dei fondi. Quindi ne attendiamo uno, altrettanto ufficiale, che li confermi. Per quanto mi riguarda non mollerò di un metro l’attenzione su questo tema, pronto a tornare con posizioni ancora più dure, e senza paura, se il territorio cuneese verrà nuovamente preso in giro”.