Volley A2/M: Mondovì, non bastano il cuore ed un Pala Manera meraviglioso. Sora vince 3-1

0
236

Tantissimo cuore non è sufficiente a Mondovì per bagnare il difficilissimo esordio in Serie A2 con una vittoria: i monregalesi si arrendono 3-1 contro Sora in un Pala Manera tirato a lucido per l’occasione (e qui, complimenti all’organizzazione) e regalando anche momenti di ottima pallavolo al folto pubblico presente.

 

Un pubblico che ci ha anche creduto, dopo un inizio in apnea, in cui forse è stata anche pagata l’emozione del momento, portando comunque un incontro che appariva perso senza appello al 4° set: i frosinati si sono dimostrati in questo momento più forti e, non a caso, sono accreditati per un campionato di vertice. Insomma, sconfitta sì, ma con spunti positivi per il futuro, anche a livello caratteriale e di adattamento, che si spera sia il più veloce possibile, alla categoria.

 

PRIMO SET

Coach Barisciani schiera al palleggio Cortellazzi, opposto De Luca ; centrali Longo e Parusso, in banda Manassero e Bertoli. Libero Thei. Dall’altra parte Fabroni in regia, con Hoogendoorn opposto; in mezzo Giglioli e Sperandi, schiacciatori Mariano e Rosso, libero Santucci.

 

Inizio super di Sora, che scappa sullo 0-5. Barisciani è costretto a fermare il gioco. Sora che domina finora a muro, con Rosso già molto attivo: Mondovì molto falloso, ma che prova a riemergere. De Luca con una zampata sotto rete firma il 3-8. Dopo aver rotto il ghiaccio con un pesante passico, Mondovì se la gioca più alla pari con azioni certamente più combattute: ci vuole un poderoso Hoogendoorn per chiudere un lungo scambio (4-10). Al time out tecnico è -6 Mondovì, 6-12. Il gioco riprende con un ace piazzato di Hoogendoorn, mentre Rosso continua a colpire con efficacia, 7-14. Mariano al servizio apre ancora di più lo squarcio fra le due squadre, padroni di casa che sprofondano a -9 (7-16). Set ormai segnano: Barisciani chiama time out sul 9-19, provando a dare la scossa perlomeno in vista della seconda frazione: Rosso e compagni conducono in porto le operazioni senza problemi e chiudono il seto con un set 14-25, con l’ultimo acuto da parte di Hoogendoorn.

 

SECONDO SET

Mondovì prova a scaldare i cuori del Pala Nino Manera: un ottimo attacco da posto 2 di De Luca regala il 2-0 iniziale, il pubblico risponde. Mondovì che appare più libero mentalmente: Parusso a muro stampa il 5-2. Sora con pazienza ricompone lo strappo, pareggiando a quota 7 e rispondendo immediatamente all’inizio arrembante dei monregalesi. In questo set, entra in partita anche Bertoli (dopo i 4 ininfluenti punti nel primo gioco): per lui due ace d’autore, Mondovì che torna a condurre, 10-7. La gara si infiamma: Sora prova a ricucire il distacco e Giglioli trova un ace prezioso. Gli risponde Manassero da posto 4, a segno, è 12-10 al time out tecnico. Con Hoogendoorn meno presente, è Rosso il terminale offensivo migliore di Sora, che rimane a contatto; dall’altra parte Parusso è un fattore a muro e ricaccia gli avversari indietro, 14-12. I frosinati con pazienza recuperano e tornano avanti: sul 15-15 Mondovì gestisce male un’azione importante, non così gli ospiti che riprendono quota. Hoogendoorn sale in doppia cifra nel momento giusto, De Luca viene stoppato dal muro giallonero: è 15-18, time out Barisciani. 

 

Biancoblu che tornano bene in campo: dopo un servizio out ospite, Bertoli trova un ace vitale. 17-18, questa volta è coach Soli a richiamare i suoi in panca. Al rientro, 4-1 mortificante dei laziali che allungano in maniera decisiva: 18-22, altra sosta richiesta da coach Barisciani. Rosso svetta per il +5 (18-23): ad un passo dai set ball, Mondovì trova una scossa inaspettata: 3-0 secco con turno di battuta del neoentrato Ghibaudo e con un muro granitico di Manassero che fa sperare i suoi. Sperandi spegne i sogni monregalesi e regala ai suoi tre palle set: ne basta una, con l’ace di Fabroni, aiutato dal nastro, 21-25.

 

 TERZO SET

La partita resta ancora viva: Mondovì conduce, o almeno di prova, sfruttando la buona vena di De Luca ed un Parusso sempre presente sopra la rete. Sora nuovamente in rincorsa: è Sperandio a dare un contributo importante ai suoi, con una presenza sia a muro, sia nell’attacco in primi tempo. Al primo time out tecnico è 12-9. Sora, ancora una volta, non perde la calma: svantaggio annullato con un turno estremamente positivo di Giglioli (12-12) e set che procede punto a punto. Capitan Longo è l’arma in più dei biancoblu in questo frangente: due punti preziosi, e Mondovì rimette il muso avanti, 17-16. Sul 18-17, punto fondamentale: batti e ribatti lunghissimo, a mettere la parola fine Manassero con un gran muro, +2 Mondovì. Stop chiamato da Soli, ma al rientro il tandem De Luca-Parusso stampa un gran muro, Mondovì avanti 20-17. I frosinati, però, risalgono subito: break di 3-0, chiuso da un ace di Mariano che beffa Bertoli. Lo schiacciatore si riscatta subito, andando a segno: Manassero a muro fa palpitare il palazzetto (22-20), ma i gialloneri per l’ennesima volta impattano il risultato (22-22). 

 

Finale palpitante: Sora spreca direttamente in battuta il match point per due volte, Mondovì si salva e porta il set ai vantaggi: Bertoli stoccatore ed in piena trance agonistica (salendo a quota 11), ma il punto decisivo lo piazzano Ghibaudo e Parusso a muro, 29-27 e 2-1.

 

QUARTO SET

Mondovì sente lo sforzo assestato e parte male: Sora di nuovo incisiva in attacco, scatto 3-7. Padroni di casa stanchi e che perdono contatto: Hoogendoorn (saranno 20 alla fine per lui) in battuta griffa il +5 Sora, 7-12, e Barisciani chiama time out. Ghibaudo prima e Manassero poi (in coda ad uno scambio eterno) non ci stanno e riportano i locali a -3 (10-13). La rincorsa viene frenata subito: 4-0 di break e Sora torna a debita distanza. I due ace di Fabroni (12-19 e 13-21) mettono in cassaforte i tre punti ed il 3-1: otto match ball, al primo i titoli di coda, 16-25.

 

Ed ora testa a domenica prossima, quando Mondovì affronterà la prima trasferta stagionale, sul campo di Civita Castellana (ore 12).

 

VBC MONDOVI’ – GLOBO SORA 1-3 (14-25/21-25/29-27/16-25)

 

Mondovì: Cortellazzi 2, De Luca 11, Parusso 11, Longo 7, Bertoli 14, Manassero 12, Thei (L). Menardo, Ghibaudo 3, Fabiano. NE: Peirano, Peluffo (L2), Perla. All. Barisciani.

 

Sora: Fabroni 7, Hoogendoorn 20, Giglioli 10, Sperandio 7, Mariano 13, Rosso 15, Santucci (L). Festi 1, Buzzelli. NE: Lucarelli, Santucci (L2), Bacca, Marrazzo. All. Soli. 

 

Arbitri: Davide Pratti e Michele Marotta.

 

Edward Pellegrino

In foto un momento dell’incontro (Foto Edward Pellegrino – Ideawebtv.it)