Enzo Chiapello vince la coppa FMI 1000 con Lorenzo Savadori

0
592

Il Team Nuova M2 Racing sponsorizzato, tra le altre, dalle aziende cuneesi Panealba, Campiello e Faxiflora, coordinato dal cuneese Enzo Chiapello, ha centrato il titolo della classe Superstock 1000 alla sua prima esperienza in questa categoria, a Magny Cours.

 

Al ventidueenne ravennate Lorenzo Savadori, perfettamente assistito dalla sua Aprilia, che ha avuto un occhio di riguardo anche da parte della casa madre, diretta da un altro cuneese, l’ingegnere Romano Albesiano, mancava solamente un punto per confermarsi campione ma in quest’ultima gara, disputata con condizioni meteo incerte, ha dovuto sudare le classiche sette camicie per laurearsi campione.
Partito bene, Savadori si porta in seconda posizione, alle spalle del ceco Jezek, dovendo guardarsi le spalle dal francese Guarnoni e dagli altri italiani in rimonta. Al quarto giri cade Jezek, lasciando il comando a Savadori, mentre il suo diretto inseguitore in campionato, Tamburini, è solamente nono, con l’altro conduttore del Team Nuova M2 Racing, Kevin Calia che si porta nelle prime posizioni.
Savadori, forse a causa della pressione psicologica, perde colpi e precipita in nona posizione, dietro a Tamburini, che nel corso della gara risale sino alla quinta piazza.

 

La gara viene vinta dal francese Guarnoni (Yamaha), seguito sul podio da Kevin Calia (Aprilia Nuova M2 Racing) e da De Rosa (Ducati), con Tamburini quinto e Savadori ottavo, preceduto anche dall’altro compagno di marca e di team Andreozzi, riuscendo però con questo risultato a laurearsi campione.
Grande soddisfazione quindi per il team manager cuneese Enzo Chiapello e per il Team Nuova M2 Racing, che oltre alla conquista del titolo della Coppa FMI Superstock 1000 da parte di Lorenzo Savadori, vedono entrare nella top ten anche gli altri due piloti del team, con Kevin Calis sul secondo gradino del podio ed Andreozzi, chiudere in settima posizione.

 

cs