Furti di vario genere nel cuneese: denunciate 11 persone

0
72

E’ stata particolarmente intensa l’attività di contrasto ai reati predatori svolta dai carabinieri in provincia di Cuneo nella giornata di ieri. Sono state infatti denunciate ben 11 persone, molte delle quali già con precedenti penali, per furto aggravato a CUNEO, FOSSANO, BORGO SAN DALMAZZO, ALBA e MONDOVI’.

Nel dettaglio:

 

CUNEO i militari della locale Compagnia e della Stazione di Dronero hanno bloccato e poi denunciato una 40enne cuneese disoccupata che, dinanzi ad un negozio il cui titolare aveva lasciato la sua auto parcheggiata ma non chiusa a chiave, si era impossessata del suo borsello contenente contanti poggiato sul sedile posteriore del mezzo scappando via. Il negoziante, accortosi subito, dava l’allarme ed i carabinieri, poco dopo, bloccavano l’autrice del furto che era tranquillamente a passeggio in centro con la refurtiva.

 

FOSSANO due donne nomadi sinti 40enni, entrambe pregiudicate del campo del Passatore a Cuneo, sono state bloccate e denunciate dai carabinieri dopo aver razziato in un ipermercato una serie di cosmetici ed altro del valore di 120,00 euro. Sono state poi condotte in caserma, la refurtiva restituita al titolare della struttura commerciale derubata. Trattandosi di ladre “professioniste” a loro carico i militari hanno avanzato una proposta di DIVIETO DI

 

RITORNO DAL COMUNE DI FOSSANO PER ANNI 3 al Questore di Cuneo.
Sempre a FOSSANO i carabinieri hanno denunciato un 18enne studente delle superiori albese che nei giorni precedenti aveva rubato, in classe durante le lezioni, l’I-Phone ad un suo coetaneo fossanese. Nel corso della perquisizione presso l’abitazione dell’indagato ad ALBA i militari hanno recuperato l’I-Phone rubato del valore di 400,00 euro, poi restituito allo studente derubato.

 

BORGO SAN DALMAZZO i carabinieri, intervenuti in un centro commerciale, hanno sorpreso una 24enne pregiudicata di Cuneo che era riuscita a portare via, nascondendoseli sotto i vestiti, due paia di scarpe da donna di marca. La refurtiva, del valore di 150,00 euro, è stata recuperata e restituita al titolare dell’attività commerciale.
Sempre a BORGO SAN DALMAZZO i militari hanno sorpreso altri due pregiudicati nomadi “sinti” di Cuneo che avevano rubato generi alimentari del valore di oltre 100,00 euro dal banco frigo di un supermercato.

 

ALBA i carabinieri sono riusciti ad identificare e denunciare due 40enni pregiudicati italiani che erano riusciti a rubare due televisori lcd di ultima generazione oltrepassando le casse e fuggendo da un centro commerciale. Grazie alla videosorveglianza, essendo soggetti già noti ai militari, sono stati rintracciati alcune ore più tardi in città e denunciati. Della refurtiva però nessuna traccia, probabilmente se ne erano già disfatti vendendola clandestinamente.
Invece un tunisino 25enne pregiudicato è stato bloccato all’uscita di un supermercato del centro storico dopo aver rubato alcune bottiglie di birra senza pagarle da due carabinieri in servizio di pattuglia a piedi. Refurtiva restituita e lui denunciato.

 

MONDOVI’ Un 30enne pregiudicato del luogo, su segnalazione del titolare di un bar del centro, è stato bloccato dai militari con più di 100,00 euro in contanti rubati poco prima dal registratore di cassa del locale, approfittando di una distrazione del barista. Denunciato l’autore e refurtiva restituita all’esercente derubato.