Eseguito per la prima volta a Savigliano un intervento di protesi totale al gomito | E’ successo nel reparto di Ortopedia dell’ospedale cittadino: la paziente, una donna di 62 anni

0
250

Delicato ed eccezionale intervento chirurgico, della durata di 4 ore, eseguito per la prima volta all’ospedale di Savigliano, presso la struttura di Ortopedia, al quale è stata sottoposta una donna di 62 anni, residente in provincia di Cuneo.

 

Spiega il dr. Paolo Milano, che ha eseguito l’intervento con l’assistenza dei colleghi Bardell e Imarisio: “L’intervento si è reso necessario a seguito al fallimento di un duplice precedente intervento al gomito destro, effettuato per una complessa frattura articolare che non è andata incontro a guarigione, ma che ha invece procurato una grave deformità postraumatica dolorosa del gomito stesso, con mancata consolidazione delle multiple fratture”. L’eccezionalità dell’intervento è legata sia alla complessità tecnica del caso, per cui si è reso necessario un delicato isolamento delle strutture anatomiche severamente deformate e tenacemente coinvolte nella reazione fibro-cicatriziale, sia per l’impianto (per la prima volta a Savigliano) di un’artroprotesi totale di gomito, a cui è stata associata la rimozione delle precedenti viti, placche e cerchiaggi metallici, e la nuova stabilizzazione della frattura dell’olecrano con una placca anatomica a stabilità angolare, in modo da permettere il movimento immediato alla paziente, senza necessità di gessi o tutori.
L’intervento è stato eseguito dal dr. Paolo Milano, assistito dal collega dr. Alessandro Bardelli e dal dr. Daniele Imarisio di Mondovì, con la supervisione del primario dr. Roberto Scagnelli.
Al termine dell’intervento alla paziente è stato eseguito un’anestesia loco-regionale ecoguidata, eseguito dall’anestesista dr.ssa Elisabetta Brizio, per ottenere una adeguata analgesia postoperatoria. Le radiografie postoperatorie, eseguite a poche ore dall’intervento, hanno confermato l’ottima riuscita dell’operazione.