Caraglio e Cavour per le due finali di Movin’on | Il 4 settembre la sfida principe per i dj del Basso Piemonte

0
35

Quindici tappe itineranti, oltre 20 mila spettatori, 36 disc-jockey selezionati prima in radio e poi dal vivo, un bacino geografico che ha abbracciato dalle Valli Olimpiche al Monregalese, da Santena a Limone.

Sono gli straordinari numeri e successi raccolti nel tour 2015 dal Dj Contest “Movin’ on”, format ideato sei anni fa dallo speaker radiofonico Andrea Caponnetto (“Zenzero” di Trs radio) con lo scopo di offrire ai giovani talenti della consolle un concorso in cui misurarsi davanti a un pubblico vero e una giuria di professionisti del settore e al contempo offrire alle Pro loco del territorio uno show disco sotto le stelle vibrante e coinvolgente, unico nel suo genere. 
Sono rimasti in 7 per il concorso singolo e in 10 per il concorso a coppie (Dj Shake): a inizio settembre la doppia finale svelerà chi sono i principini dell’estate dance 2015. 



 

CAVOUR. 
A Babano, frazione di Cavour diventata negli anni quartier generale della più grande festa della zona, il Dj Contest torna per la terza volta: venerdì 4 settembre andrà in scena sotto il maxi-palatenda la finale della sfida singola, la madre di tutte le gare del concorso. Si affronteranno “ai piatti” Simone Mozzato (Sanfrè), Davide Pilotti (Pinerolo), Amedeo Amir Bentgarmicha (Torre San Giorgio) Gianmaria Delfino (Cuneo), Alex Ferraris (Piscina), Luca Omento (Scarnafigi), Simone Abbà (Borgo San Dalmazzo). Una compagine che rappresenta tutto il Basso Piemonte: nomi da cominciare ad annotare, perché di talento e di sicuro successo. Pronti, come già avvenuto per altri vincitori delle passate edizioni di “Movin’ On”, a calcare i mainstage dei grandi festival o a sviluppare una carriera come producer, per un sogno fatto di musica che il Dj Contest intende alimentare.

 

Il vincitore si porterà a casa un viaggio per 3 persone del valore di oltre 500 euro (messo in palio da Ambrosino Liste Nozze – Villafalletto) e un premio interamente artigianale (che ha visto unire le professionalità di Arte in Ferro di Lionello Giusiano – Pagno e Italpietre di Luca Liprace – Barge) del valore di oltre 250 euro. Il secondo andrà in vacanza nell’estate 2015 con uno dei viaggi giovani di Vg Mania. Al terzo classificato un buono del valore di 100 euro da spendere presso il gruppo Chiale Expert Saluzzo–Pinerolo. Premi offerti da Stravivani – Torre San Giorgio saranno offerti al pubblico durante tutta la serata.

CARAGLIO
. L’indomani, sabato 5 settembre, la carovana del Contest si sposterà a Caraglio, in frazione Paschera San Carlo. Qui prenderà vita la finale del Dj Shake, il concorso a coppie introdotto quest’anno nel regolamento per ampliare l’offerta e potenziare il ritmo dello spettacolo. Una sfida musicale portata all’estremo: un cambio di artista ad ogni passaggio di traccia, per un divertimento senza soluzione di continuità e un confronto musicale e performativo appassionante. Si sfideranno in consolle le seguenti coppie: Luca Favazzo e Simone Abbà (Cuneo), Simone Mozzato e Ryan Granzotto (Sanfrè), Simone Griva e Giulio Musso (Santena), Mattia Dutto e Lorenzo Rosso (Cuneo), Luca Martino (Revello) e Francesco Pagliuzzi (Alba). Alla coppia di vincitori andrà un viaggio di una settimana (offerto da Ambrosino Liste nozze) e uno speciale trofeo artigianale in ferro e pietraa(Giusiano-Italpietre), ai secondi classificati andrà un buono spesa da 100 euro da consumare presso la Expert Gruppo Chiale di Saluzzo-Pinerolo e un viaggio Vg Mania. 



 

Commenta l’ideatore del fortunato format giunto alla sesta edizione, Andrea Caponnetto: «Il concorso di quest’anno ha portato il tasso tecnico della sfida a livelli altissimi. I dj emergenti della zona lo hanno sfruttato come banco di prova, un’esperienza fondamentale per molti di loro. In finale può succedere di tutto, arduo fare previsioni. Ogni concorrente poi ha un suo gruppo di supporter che hanno gravitato nelle varie tappe, allargando le fila. Uno spettacolo nello spettacolo, anche perché a ogni sfida si innesca la curiosa gara a chi realizzata a sostegno del dj le migliori coreografie (di cui in parte la giuria chiamata a valutare i ragazzi tiene conto). Ma certamente l’aneddoto più bello tra gli episodi quelli registrati durante questo tour è la nascita di belle amicizie (e collaborazioni musicali) tra i concorrenti. Si rinnova così, tra concorrenti e tra il pubblico, lo spirito più puro di “Movin’ On”, che predica un divertimento sano e la condivisione di una passione».