Cuneo, Asti e Alessandria: “alleanza” per l’Unesco | L’obiettivo è promuovere e valorizzare i territori patrimoni dell’umanità

0
322

Le tre Province di Cuneo, Asti e Alessandria da giugno 2014 possono vantare, per alcuni loro territori, il prestigioso riconoscimento dell’Unesco Patrimonio dell’umanità.

Dopo la legge di riforma Delrio, che ha cancellato (sulla carta) le amministrazioni provinciali, trasformandole in enti di secondo livello, dalle elezioni dello scorso ottobre, alcuni sindaci e consiglieri comunali siedono ora anche nei consigli provinciali.

 

Così i rispettivi consiglieri delegati per l’Unesco, Rocco Pulitanò per Cuneo, Flavio Pesce per Asti ed Emanuele Demaria per Alessandria hanno stretto nei giorni scorsi ad Asti una speciale alleanza in vista dell’intenso lavoro che spetta a chi è stato insignito dall’Unesco “per trovare – hanno detto – indirizzi condivisi riguardo alle politiche territoriali di valorizzazione e promozione dei territori Unesco”.

 

Su impulso dell’alessandrino Demaria, sindaco di Conzano, i consiglieri hanno iniziato un proficuo rapporto di piena collaborazione, mettendo sul tavolo quel che è già stato realizzato dai rispettivi enti. Il prossimo incontro a breve avrà luogo ad Alessandria e  vi parteciperà anche l’Associazione dei Paesaggi vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato.