Controlli dei Carabinieri di Mondovì, denunce per evasione dai domiciliari, possesso di stupefacenti e furti | In totale controllate 52 persone e 38 veicoli

0
75

Nel corso della giornata di ieri, i carabinieri della Compagnia di Mondovì, impegnati in controlli preventivi finalizzati al contrasto del fenomeno dei furti nelle abitazioni isolate del monregalese e del cebano, eseguivano quattro denunce in stato di libertà a carico di altrettanti soggetti, nonchè due deferimenti alla Prefettura per detenzione di sostanza stupefacente per uso personale.

 

In particolare:
    •    i militari della Stazione di Ceva deferivano in stato di libertà alla locale A.G. per evasione dagli arresti domiciliari L.S., un 46enne catanese da tempo domiciliato in Montezemolo (CN);
    •    i militari dell’Aliquota Radiomobile del N.O.R., nel corso della notte, fermavano un’autovettura con a bordo tre ragazzi ed una ragazza residenti nel savonese, tutti in età compresa fra i venticinque ed i trentanni. Il controllo si rilevava proficuo poiché il conducente del mezzo, M.F. 26enne e la sua ragazza E.E. 28enne, venivano trovati in possesso di quaranta grammi di hashish, un bilancino di precisione ed un coltello, mentre gli altri due, uno dei quali di fatto domiciliato in frazione Artesina di Frabosa Sottana (CN), trovati in possesso di due grammi di hashish in totale venivano invece deferiti alla locale Prefettura per uso personale di sostanza stupefacente.
Il conducente del veicolo veniva altresì denunciato per guida sotto influenza di sostanza stupefacente ed anche l’autovettura veniva sequestrata;
    •    in serata, ancora i militari dell’Aliquota Radiomobile deferivano in stato di libertà alla locale A.G. un albanese 47enne residente da tempo a Frabosa Sottana (CN) in località Prato Nevoso, D.I., resosi responsabile di furto aggravato di alcuni accessori per auto presso un negozio di Mondovì.
Nello stesso frangente, sono state altresì controllate 52 persone, 38 veicoli, contestate 2 violazioni al c.d.s., nonché sono state eseguite sei perquisizioni d’iniziativa.