Bene Narzole-Cheraschese 3-3, Dogliani:”Troppe disattenzioni”; Briano: “Sul 3-0 siamo stati inesperti”

0
220

Un pari rocambolesco, due squadre che non si sono tirate indietro dal primo al novantesimo e uno stadio stracolmo di tifosi. Questo è stato in sintesi il 3-3 tra Bene Narzole e Cheraschese, un match che soddisfa in particolare i padroni di casa, capaci di rimontare dallo 0-3 al 3-3.

 

Non nasconde la delusione per una partita giocata solo nei 20’ finali dai suoi ragazzi il direttore sportivo della Benarzole Adriano Dogliani, che imputa ai suoi il non aver interpretato correttamente il derby, soprattutto dal punto di vista tattico: “Avevamo preparato l’incontro in settimana, lavorando soprattutto sul piano psicologico, perché temevamo l’ansia del match ed il rischio che questa ci avrebbe portato a commettere errori banali. Questi, però, sono puntualmente accaduti, frutto di alcune disattenzioni individuali che, in altri casi, avremmo potuto pagare ancora più a caro prezzo. Melle? Con noi tira sempre fuori il coniglio dal cilindro. Forse la Cheraschese sa trovare stimoli migliori rispetto ai nostri in occasione delle stracittadine. In ogni caso, cercando il lato positivo, rallegriamoci per il bello spettacolo offerto ai nostri tifosi e per un punto che, comunque, ci permette di tenere alle spalle una contendente importante per la zona playoff”.

 

Rammarico condiviso, anche se sulla sponda opposta, da Mauro Briano, vicecapitano della Cheraschese, tra i giocatori più esperti della categoria con i suoi quasi quarant’anni: “Abbiamo dimostrato la nostra incapacità nel sapere gestire queste situazioni – commenta il centrocampista – Dopo un primo tempo chiuso sull’1-0, negli spogliatoi abbiamo fatto mente comune, ragionando sul fatto che quel vantaggio era per certi versi inaspettato e forse anche immeritato: nella ripresa siamo scesi in campo meglio, soprattutto dal punto di vista tattico, ma, ottenuto il 3-0 soprattutto grazie all’abilità di Melle, non siamo stati in grado di reggere la loro reazione. Certo, forse, il gol immediato di Tandurella ci ha messo in difficoltà, ma sicuramente si tratta per lo più di errori e demeriti nostri e non di questioni esterne (con riferimento all’arbitraggio, criticato da alcuni tifosi, ndr)”.

 

Carlo Cerutti