Campagna nelle scuole piemontesi contro il gioco d’azzardo | “Fate il nostro gioco!”: lezioni e concorso contro l’usura

0
417

Matematica, sanità, educazione, scuola: tutti insieme per spiegare che il banco vince sempre. “Fate il nostro gioco” è una campagna di comunicazione rivolta in modo particolare agli studenti delle scuole superiori del Piemonte.

Lo scopo è comprendere, attraverso lo studio del calcolo delle probabilità, che il gioco d’azzardo è soltanto un modo per perdere: soldi prima di tutto, ma anche lavoro, affetti, dignità personale. La campagna, giunta alla terza edizione, è promossa dalla Regione Piemonte (assessorati Sanità e Istruzione) in collaborazione con l’Osservatorio Usura del Consiglio regionale del Piemonte che bandisce un concorso per gli studenti.

In Piemonte dal 2005 al 2014 i pazienti con sindrome da gioco d’azzardo patologico (Gap) presi in carico dal sistema sanitario regionale sono passati da 166 a 1277. Tra questi 7 sono ragazzi tra i 15 e i 19 anni, 38 tra i 20 e i 24 anni e 70 tra i 25 e 29 anni. Lo scorso anno la campagna ha avuto un notevole successo: 44 le scuole coinvolte, per un totale di 160 classi, 3.344 studenti e 139 docenti.

 

Lunedì 9 febbraio alle 10 a Palazzo Lascaris si svolgerà la seconda presentazione per le scuole. Altre quindici presentazioni saranno svolte in varie scuole del Piemonte per tutto il mese di marzo, in vista della partecipazione degli studenti al concorso bandito dall’Osservatorio Usura. Il bando “Cultura della legalità e dell’uso responsabile del denaro” scade il 10 aprile 2015 ed è scaricabile QUI.

 

In premio un viaggio nei luoghi significativi della lotta alla mafia. Lo scorso anno 18 scuole superiori hanno partecipato al concorso inviando 216 elaborati (181 saggi brevi e 35 prodotti multimediali).