Antonio Maio appende i guanti al chiodo: “Grazie a tutti, Corneliano Roero una famiglia”

0
337

Giovedì 18 dicembre 2014 – Ore 11.50 – Antonio Maio ha deciso di appendere i guantoni al chiodo al termine di una carriera decisamente positiva tra i dilettanti con molte parentesi nella provincia ‘Granda’.

 

Il portiere originario di Torino lascia il calcio giocato e la maglia del Corneliano Roero dopo aver difeso i pali di Ivrea, Canavese, Sparta Vespolate, Albese, Cuneo, Giaveno, Bra, Settimo e Santhià. Memorabile la stagione 2012-2013 con il Bra di mister Fabrizio Daidola culminata con la vittoria del campionato e l’annessa promozione in Lega Pro. 

 

Riceviamo e pubblichiamo integralmente una lettera che l’ex giallorosso ci ha inviato.

 

Purtroppo è arrivato il momento che uno non immaginerebbe mai, uno di quei momenti che sicuramente non sai se sono giusti o sbagliati ma se le scelte sono fatte per migliorare i momenti delle persone che ti stanno vicino e che fanno parte della tua famiglia allora capisco che la mia scelta è quella giusta.

Non saprei neanche da dove partire e credo di essermi divertito molto e di aver condiviso con lealtà e sincerità questo mondo chiamato calcio ma credo che in fondo seppur con altre vesti ne farò sempre parte, le persone da ringraziare sarebbero tante e sicuramente non riuscirei a scriverle tutte però mi limiterò a ricordare con piacere tutti quelli che ho avuto come compagni e avversari e tutte le società in cui ho militato partendo dai presidenti passando dagli allenatori e finendo con i magazzinieri.
Però ci sono delle persone che mi rimarranno sempre nel cuore quindi oltre la mia famiglia vorrei ringraziare pubblicamente tutti coloro che hanno fatto parte della mia ultima avventura, il presidente Sobrero il vicepresidente De Bellis il direttore Zunino il mister Dessena il dirigente Ferrero i preparatori Leo e Montanaro il massaggiatore Nello il grande magazziniere Mago e tutti coloro che fanno parte della società CornelianoRoero compresi i giocatori.
Persone con il quale ho condiviso poco tempo ma che mi hanno sempre trattato come un fenomeno anche se purtroppo nell’ultimo periodo non lo ero più, persone che hanno messo davanti i sentimenti e che mi hanno assecondato in tutto e per tutto e che mi hanno fatto capire che nella vita e nel calcio ci sono ancora dei VALORI UMANI.Ecco io a queste persone voglio dire pubblicamente grazie ma voglio anche fargli sapere che per me è un arrivederci perché io farò il tifo per loro e sicuramente questi valori li porterò’ sempre dentro di me.

 

Antonio Maio”

 

 

Redazione Sportiva Ideawebtv.it