Procedure semplificate per la pulizia degli alvei dei fiumi nei comuni alluvionati

0
523

Balocco: “Iniziative per scongiurare ulteriori criticità”

Sabato 8 novembre 2014 – 18.00

Procedure più “snelle” per la rimozione del materiale divelto (alberi sradicati ed altro materiale vegetale sradicato) dagli argini e dagli alvei dei fiumi nei comuni dell’alessandrino sono l’oggetto di una determina approvata dalla Direzione Opere Pubbliche della Regione Piemonte.

 

L’iniziativa ha lo scopo di semplificare le modalità di accesso e occupazione dell’area demaniale (anche con mezzi meccanici) finalizzati alla raccolta della legna e del materiale sradicato o fluitato, evitando accumuli e ostruzioni, in particolare in prossimità di ponti ed altre opere lungo i fiumi, che possono risultare pericolosi in caso di nuovi fenomeni piovosi intensi.

Invece della richiesta di autorizzazione idraulica, come previsto in condizioni di normalità, sarà sufficiente per le amministrazioni locali inviare una semplice comunicazione (per consentire gli opportuni controlli al Settore decentrato Opere Pubbliche e al Corpo Forestale).

 

L’elenco dei comuni recentemente colpiti dagli eventi alluvionali del 12-14 Ottobre e del 4-5 Novembre ai quali è stata accordata la facoltà di avvalersi dell’iter legato all’eccezionalità della situazione comprende l’area in prossimità dei fiumi e dei torrenti dell’alessandrino. La disposizione avrà carattere temporaneo fino al 31 marzo 2015.

 

Per l’assessore Francesco Balocco, che ha la delega alla Difesa del Suolo per la regione Piemonte, “Queste iniziative tempestivamente assunte consentono di intervenire rapidamente e contribuiscono a scongiurare ulteriori criticità”.

 

Redazione