Controlli antidroga della Mobile di Cuneo, attiva anche in ambito preventivo

0
339

Due persone fermate: un giovane pusher e un 49enne cuneese

Mercoledì 17 settembre 2014 – 18.40

Nell’ambito del servizio attivato dalla Squadra Mobile di Cuneo, stamattina presso il parco Monviso, si è proceduto ai controlli di un trentenne sorpreso a detenere alcune dosi di marijuana; successivamente presso la sua abitazione è stato rinvenuto tutto l’occorrente per il confezionamento, ulteriore marijuana per complessivi 10 grammi ed un bilancino di precisione. 

In seguito alla probabile individuazione di due acquirenti, il giovane pusher è stato deferito all’a.g. per il reato di spaccio.

 

A finire nella rete della Squadra Mobile anche un 49enne cuneese, fermato a bordo della propria autovettura sulla quale nascondeva 1 etto di hashish. La successiva perquisizione consentiva di rinvenire ulteriori 120 grammi di hashish e del metadone illecitamente detenuto. L’uomo, quindi, veniva tratto in arresto per detenzione a fini di spaccio, e giudicato ieri con rito per direttissima, è stato condannato alla pena di 1 anno di reclusione e 2000 euro di multa.

 

In ambito preventivo, per l’inizio del nuovo anno scolastico il Questore della Provincia di Cuneo, dott. Pepè, ha disposto una serie di controlli presso luoghi frequentati, in particolare, da giovani studenti delle scuole medie superiori.
I servizi vengono attivati al momento dell’arrivo degli studenti nei luoghi aggregativi. I controlli identificativi davanti agli istituti scolastici sono stati l’occasione per un primo incontro ed approccio tra i giovani e gli operatori di Polizia di Stato, personale in divisa di U.P.G.S.P., Polfer e della Squadra Mobile in borghese.

 

Ai controlli preventivi, finalizzati, quindi, ad avvicinare i giovani al mondo della legalità, rappresentato dalla Polizia di Stato, ed a metterli in guardi sui rischi connessi a comportamenti criminali o borderline, si è affiancata un’attività prettamente repressiva adottata dalla Squadra Mobile.

 

sv