Pistolesi sul settore giovanile del Piemonte Volley: “Non si sa nulla. Decideranno le prossime riunioni societarie”

0
269

Domenica 27 luglio 2014 – ore 9.00 – Le sue parole hanno fatto tuonare un mondo, quello del volley cuneese, già frastornato da tempo. Marco Pistolesi, contattato dai nostri microfoni, torna a freddo sulla sua dichiarazione rilasciata a Sportitalia News, che parlava della fine del Piemonte Volley, non iscritto nemmeno alla prossima B2, per riportare alcune precisazioni.

 

Dunque, Sig. Pistolesi, le Sue parole hanno fatto un bel “rumore” non trova?

“Un rumore inatteso, devo ammettere. Non c’è nulla di più naturale di ciò che ho detto a Sportitalia News. La società, nella persona di Walter Lannutti aveva preso una decisione, lanciando un appello per il passaggio di consegne alla guida del club; nessuno si è fatto avanti ed è chiaro che, nonostante il Piemonte Volley sia di diritto iscritto alla prossima B2, non essendo pervenuta l’iscrizione, tutto ciò non avverrà”.

 

Quindi, nessuna sorpresa…

“Assolutamente no. Tutto secondo le più naturali conseguenze”.

 

Ora, molti sperano che la linea societaria sia quella del “salviamo il salvabile”, ovvero il settore giovanile, fiore all’occhiello del volley cuneese per anni. Sarà così?

“Su questo non mi esprimo. Tutto dipenderà da ciò che verrà deciso dalle riunioni societarie dei prossimi giorni. Sarà il presidente Walter Lannutti in persona a dare maggiori delucidazioni”.

 

Detto dell Cuneo, ci tolga una curiosità: che ne sarà di una figura navigata dell’ambiente pallavolistico nazionale come Lei? Sono vere le voci riguardanti un possibile approdo ai piani alti della Fipav?

“Non credo proprio. Per ora, posso solo dire che non so nemmeno io quale sarà il mio futuro. La mia posizione non è da affrontare in un momento delicato come questo. Si vedrà…”

 

 

Carlo Cerutti