Ospedale di Verduno: approvato lo studio di fattibilità per la sistemazione della viabilità

0
567

Il costo delle soluzioni analizzate ammonta a circa 5 milioni di euro

Giovedì 3 luglio 2014 – 16.30

La Giunta provinciale ha approvato giovedì 3 luglio lo studio di fattibilità per la nuova ipotesi di sistemazione parziale dell’attuale via Tanaro, punto di accesso al nuovo ospedale di Alba-Bra a Verduno.

La nuova soluzione progettuale, finalizzata ad un collegamento fra la viabilità ordinaria ed il punto di accesso al nuovo ospedale a Verduno, è stata richiesta alla Provincia nell’ultima seduta del tavolo tecnico del 26 giugno scorso, in base all’accordo di programma che coinvolge Regione Piemonte, Comuni di Alba, Bra e Verduno, Provincia di Cuneo e Asl Cn2.
Il nuovo tracciato sarà il più possibile aderente alla attuale strada comunale Via Tanaro, con due soluzioni possibili per il punto di innesto (rotonda prevista dalla Società At-Cn nell’ambito del Lotto II.6 o in alternativa attuale punto di innesto della strada comunale) ed avrà una sezione f2 con pendenza media pari all’11%.

 

Questa nuova ipotesi – spiega il vice presidente Giuseppe Rossettoha lo scopo di ricercare un nuovo punto di equilibrio tra la riduzione dei parametri ottimali relativi alla fruibilità del collegamento in progetto, che dipendono direttamente dai criteri tecnici del tracciato, e la minimizzazione degli interventi di bonifica idrogeologica del versante che incidono in maniera molto significativa sui costi dell’intervento”.

 

Su tali basi è stato definito il nuovo studio di fattibilità del nuovo tracciato stradale di collegamento dalla nuova struttura ospedaliera Alba-Bra. Considerato che le parti delle opere che interferiscono con il Lotto II.6 sono ricomprese nell’ambito dei lavori autostradali, il costo delle soluzioni analizzate ammonta a circa 5 milioni di euro.

 

Leggi anche:

Tribunale, ospedale unico, Asti-Cuneo: nasce un comitato ristretto a difesa del territorio – VIDEO

I sindaci dell’Asl Cn2 ribadiscono la scelta strategica di costruire l’Ospedale unico di Verduno. E invocano equilibrio nei finanziamenti

 

cs