Green Hybrid Cup: Gabriele Torelli domina il weekend di Imola

0
155

Domenica 29 giugno 2014 – Ore 16.03 – Il Green Hybrid Cup arriva a Imola, sul circuito Enzo e Dino Ferrari, per disputare le gare del terzo appuntamento del Green Hybrid Cup, la serie tricolore valida come campionato italiano energie alternative che vede al via 15 Kia Venga alimentate a GPL con sistemi BRC.

 

Sin dalle prove è dominio di Gabriele Torelli. Il pilota reggiano svetta nei due turni di libere e nelle qualifiche del sabato e con il tempo di 2’21″404, conquista una fantastica pole position, lasciando Jimmy Ghione a oltre 1 secondo. L’inviato di Striscia precede di un paio di decimi Paolo Gnemmi autore di un buon 2’22″862 e quindi Jacopo Lombardelli, non a suo agio sul circuito emiliano.

Tutte le Kia Venga preparate da BRC risultano comunque più veloci di circa 6 secondi al giro rispetto ai rilievi cronometrici del 2012. Frutto dell’ottimo lavoro svolto dai tecnici BRC in questi anni come l’introduzione del kers, del compressore centrifugo e dell’abbassamento del battistrada sulle coperture Michelin adottate da questa stagione.

Dopo le ottime prestazioni in prova, Gabriele Torelli suggella il suo momento positivo con una prestazione fantastica dal primo all’ultimo giro di gara 1.
Il giovane pilota reggiano sfrutta bene la pole position e si porta subito al comando davanti a Ghione e Gnemmi, incrementando in maniera progressiva il proprio vantaggio. L’inviato di striscia ed il pilota lombardo non possono far altro che consolidare rispettivamente il secondo ed il terzo posto. Alle spalle dei tre battistrada si assiste, come sempre, ad un bello spettacolo.
Al secondo giro il “guest” Perucca, mentre è in lotta con Lombardelli e Portadino per la quarta piazza, salta sul cordolo ed è costretto al ritiro a causa dello “stallonamento” della gomma posteriore destra.
Mentre Biraghi e Pellitteri sono autori di una lotta per l’ottavo posto, il giovane pilota serbo Lalusic finisce in testa coda e deve desistere dalla sua rimonta.
A pochi giri dal termine Portatadino prova ad insidiare il quarto posto di Lombardelli, ma il pilota laziale resiste con classe a tutti gli attacchi.
Al termine della gara Torelli chiude con oltre 15” di vantaggio su Ghione e Gnemmi.

 

Gabriele Torelli firma anche gara 2. Partito dalla quarta fila per l’inversione della griglia dei primi otto di gara 1, il pilota reggiano non impiega molto tempo a riprendere la testa di una corsa molto travagliata.
Antonio Pellitteri, scattato al palo, duella alla grande con Giuseppe Gulizia che insidia il primo posto al conterraneo. Al termine della prima tornata entra in pista la prima safety car. Aldo Del Monte si gira e Mladen Lalusic lo centra non riuscendo a evitarlo. I commissari sono rapidi e la pista è subito sgombra. Alla ripartenza è Antonio Pellitteri a prendere il controllo della corsa, mentre alle sue spalle spunta Gabriele Torelli autore di un ottimo scatto che brucia Giuseppe Gulizia. Pellitteri arriva lungo alla Rivazza e finisce largo. Torelli passa al comando seguito da Gulizia, Palanti e il siciliano che si rimette nel gruppo.
Mentre la direzione di gara attribuisce un drive through a Gulizia e Palanti per partenza anticipata, Torelli allunga solitario in testa cogliendo il giro più veloce in 2’22″603.
Al quinto giro Pellitteri urta un Jimmy Ghione in rimonta. L’inviato di Striscia la Notizia, furioso, è costretto al ritiro.

 

Al giro 7 nuova safety car in pista a seguito della toccata in piena velocità nel rettilineo d’arrivo fra Antonio Pellitteri, sempre lui, e Jacopo Lombardelli. Stavolta è il siciliano a doversi fermare e a subire poi una penalizzazione di 25 secondi per il primo crash. Palanti e Gulizia non rispettano correttamente il drive through e la gara si conclude con le vetture in fila indiana dietro la safety car con Torelli che trionfa davanti ai costanti Andrea Portatadino e Paolo Gnemmi. Quarto un ottimo Emiliano Perucca (che partiva dall’ultima fila) poi Lombardelli e Biraghi.

BRC archivia con successo un altro weekend di gare spettacolari ed emozionanti in vista del nuovo appuntamento in terra straniera, previsto l’1 e 2 agosto sul mitico circuito del Nurburgring.

 

GARA 1
1 Gabriele Torelli giri 10 in 23:54.152
2 Jimmy Ghione a 0:15.335
3 Paolo Gnemmi a 0:18.000
4 Jacopo Lombardelli a 0:19.630
5 Andrea Portatadino a 0:24.313
6 Paolo Palanti a 0:27.758
7 Giuseppe Gulizia a 0:28.600
8 Antonio Pellitteri a 0:29.811
9 Alberto Biraghi a 0:32.687
10 Dario Bertorello a 0:43.022
11 Aldo Del Monte a 0:58.967
12 Piero Mertoli a 1:06.165
13 Leonardo Pellitteri a 1:09.813
14 Mladen Lalusic a 1 giri
15 Emiliano Perucca a 9 giri

 

GARA 2
1 Gabriele Torelli giri in 25:21.141
2 Andrea Portatadino a 0:01.450
3 Paolo Gnemmi a 0:02.245
4 Emiliano Perucca a 0:03.021
5 Jacopo Lombardelli a 0:03.980
6 Alberto Biraghi a 0:05.193
7 Dario Bertorello a 0:06.166
8 Piero Mertoli a 0:07.106
9 Leonardo Pellitteri a 0:07.570
10 Antonio Pellitteri a 3 giri
Rit. Jimmy Ghione, Aldo Del Monte, Mladen Lalusic
Sq. Giuseppe Gulizia, Paolo Palanti

 

CLASSIFICA GENERALE
*ordine alfabetico in caso di parità
1 Gabriele Torelli 110
2 Jacopo Lombardelli 103
3 Jimmy Ghione 91
4 Andrea Portatadino 78
5 Paolo Gnemmi 70
6 Paolo Palanti 52
7 Alberto Biraghi 41
8 Giuseppe Gulizia 27
9 Jochen Trettl 18
10 Alberto Carobbio 16
11 Dario Bertorello 9
12 Antonio Pellitteri 7
13 Arturo Merzario 6
14 Francesco Fontanella 6
15 Piero Mertoli 6
16 Leonardo Pellitteri 4
17 Aldo Del Monte 2
18 Mladen Lalusic 2
19 Paolo Strabello 2

 

CLASSIFICA GENERALE MARCHI
1 Rotopim 93
2 Puntogas 77
3 Indra 70
4 MTE Friends 68
5 Lavazza 56
6 Pack Service 54
7 Valgrana 53
8 GD Giannitti 49
9 TCN 42
10 Righi Energy 29
11 Tumedei 20
12 Stako 17
13 Gemini Project 12
14 DHL 9