Al ‘Paschiero’ si gioca il 5° Memorial Carmine Scaccuto, tanti campioni per ricordare un amico

0
354

Giovedì 12 giugno 2014 – Ore 14.40 – Un appuntamento che è diventato ormai tradizione: il Memorial ‘Carmine Scaccuto’ è alle porte ed i riflettori sullo stadio ‘F.lli Paschiero’ stanno per accendersi.

 

Venerdì 13 giugno la serata organizzata da Emiliano Campana e Luca Perri si dividerà in due emozionanti blocchi: alle 18.30 scenderanno sul prato dello stadio cuneese le formazioni di Pro Dronero, Cuneo, Olmo e Saviglianese della categoria Pulcini 2004. I piccoli si contenderanno il trofeo con un girone all’italiana ed una relativa finale che avrà luogo intorno alle ore 20.

 

Dopo i primi botti arriveranno, invece, i fuochi d’artificio. Intorno alle ore 20.30 prenderà il via il triangolare per l’assegnazione del trofeo ‘V Memorial Carmine Scaccuto’. La prima sfida vedrà all’opera una selezione di calcio femminile ed il Team All Stars con personaggi importanti del panorama calcistico cuneese. A seguire le ragazze incroceranno i guantoni con ‘Gli amici di Carmine’ prima che quest’ultimi incontrino le ‘All Stars’.

 

Tanti i nomi di spicco presenti alla manifestazione. Nel Team ‘All Stars’ saranno presenti Alfred Gomis (portiere Crotone), Sergio Suciu (centrocampista Juve Stabia), Marco Cristini, Marco Garavelli, Enrico Fantini, Valter Vercellone, Diego Fuser, Gianluigi Lentini, Andrea Passerò, Paolo Beltrame, Mauro Briano, Fabio Lauria e Dario Serra che non hanno certamente bisogno di presentazioni.

 

Tra ‘Gli amici di Carmine’ spiccano i nomi di Emiliano Campana, Marco Gorzegno e Luca Perri mentre nella selezione femminile tante rappresentati della Musiello Saluzzo (neo promossa in Serie B), Alba (terza classificata in Serie B), Costigliolese e Gem Tarantasca (neo promosse in Serie C).

 

L’evento, patrocinato dal Comune di Cuneo, avrà ingresso con offerta libera ed il ricavato verrà devoluto interamente in beneficenza. L’invito è rivolto a tutti i tifosi cuneesi e non, per affollare le tribune del ‘F.lli Paschiero’ unendo il piacere di vedere giocatori e giocatrici di categorie all’aspetto umano e benefico.

 

 

Andrea Rubiolo