Bene Narzole-Cheraschese 0-2, Dessena: “Me l’aspettavo”; Giuliano: “Una stagione da 10, comunque”

0
240

Lunedì 5 maggio 2014 – Ore 8.00 – Al di là del risultato finale, Benarzole-Cheraschese è stata innanzitutto una festa di sport e di tifo, davanti a centinaia di persone inneggianti. Un tifo ripagato dalle emozioni susseguitesi in campo: dalle tre espulsioni ai due gol, passando per il rigore parato da Maiani a Parussa e per le molte ammonizioni.

Ad avere la meglio, al termine di 90’ al cardiopalma, è stata la Cheraschese, partita con gli sfavori del pronostico, ma capace di meritarsi il passaggio all’ultimo turno di playoff regionali, grazie ad una prova di sostanza, costanza ed intensità.

 

Naturalmente soddisfatto mister Francesco Dessena, che ostenta una certa sicurezza: “Non sono per nulla sorpreso: la società teneva tantissimo a questa partita, anche perché quest’anno non eravamo ancora riusciti a vincere un derby, per cui ammetto che mi aspettavo una grande prova dai ragazzi”. Lettura chiara anche della partita in sé: “Le due espulsioni attorno al quarto d’ora hanno conferito una piega strana all’incontro: noi con un centrocampo pressoché a due uomini, loro senza la loro arma in più sulla mediana. Siamo stati lucidi sotto porta, anche se forse si poteva chiudere prima la pratica; poi, un grande plauso va fatto a Maiani, che ci ha tenuto a galla con una prodezza”. Un’ultima battuta, guardando al passato, alla stagione che è stata, ed al futuro, rappresentato dal match con il Libarna, vittorioso per 2-0 sul Chisola, nell’altra sfida per i playoff: “Alla stagione do un bel “nove”, perché abbiamo migliorato le prestazioni della scorsa annata, raggiungendo questa finale regionale. Per quanto riguarda la prossima partita, dico solo che ci approcceremo con gli stessi stimoli di oggi: tanta voglia di vincere e la convinzione di non aver nulla da perdere”.

 

Delusione in casa Benarzole, per una squadra che, quanto meno, avrebbe sperato di disputare la finale regionale e che, invece, chiude la stagione con una pesante sconfitta nel derby. “Non mi sento di dire che eravamo favoriti ad inizio match – commenta mister Giuliano – da un playoff, e da un derby, ci si deve aspettare davvero di tutto. Chi ha deciso l’incontro? Gli episodi: il loro vantaggio è scaturito in maniera fortuita, e, si sa, quando passi in svantaggio contro una squadra di contropiedisti è dura rimontare. Nella prima frazione abbiamo patito troppo l’ansia pre-gara; nelle ripresa siamo stati bravi, ma la sorte non ci ha aiutati”. La stessa sorte che ha impedito a Parussa di trovare il penalty del pari, che avrebbe, di fatto, sancito la qualificazione dei padroni di casa: “Non gli posso criticare nulla: quest’anno ci ha fatto fare un sacco di punti e, poi, in quel momento era il miglior rigorista che avevamo in campo”. Un commiato amaro, ma non per il tecnico narzolese: “E’ stata una stagione da “dieci” in pagella, per cui non posso dire di essere insoddisfatto. Tutti si ricorderanno solo di questa partita, ma dobbiamo essere bravi noi a non dimenticare il cammino fatto: un campionato in seconda piazza, con nove punti di vantaggio sulla seconda. Davvero, qualcosa di eccezionale, comunque”.

 

 

Carlo Cerutti