Serie D – Multa di 500 euro alla Pro Dronero, Beccacini: “Increduli e sconcertati”

0
147

pro dronero beccacini cravattaGiovedì 10 aprile 2014 – Ore 13.12 – Riceviamo e pubblichiamo direttamente dall’Acd Pro Dronero 1913, nella figura del presidente Corrado Beccacini:

 

L‘A.C.D. Pro Dronero esprime incredulita’ e sconcerto per la decisione del Giudice Sportivo,del tutto inattesa ed inspiegabile, di comminare in merito alla partita con l’Asti,conclusasi per 3-3 dopo una entusiasmante rimonta dei Draghi,una pesantissima sanzione pecuniaria di ben 500 Euro
” Per avere propri sostenitori, durante l’intera durata del secondo tempo, rivolto espressioni gravemente offensive ed irriguardose
all’indirizzo del Direttore di gara … “
Mi farebbe piacere sapere a cosa esattamente si fa riferimento,dal momento che l’incontro si e’ disputato in un contesto privo di qualsivoglia particolare tensione,al di fuori di quella prettamente agonistica,ed anzi tra la tifoseria dronerese e quella astigiana ,tra cui non sono mai esistiti problemi,ci sono state varie attestazioni di sincera simpatia e grande rispetto reciproci perfino sul 3-1 per gli ospiti.
Anche nei confronti della Terna Arbitrale ,al di la’ di un breve coro ” Venduto,venduto !!! ” lanciato per pochi secondi da una manciata di spettatori subito dopo l’espulsione di Maglie,che certamente a un minuto dal termine si poteva tranquillamente evitare,non si sono mai levati insulti,minacce,o qualsivoglia altra espressione che sia andata al di la’ della normale contestazione di altre singole decisioni arbitrali ,come certamente e’ avvenuto in contemporanea su tantissimi altri campi di gioco della serie D. Anche a fine partita non e’ assolutamente successo nulla di particolare, il “Filippo Drago” era ovviamente in festa,i nostri tifosi acclamavano i giocatori droneresi per le grandissime emozioni regalate ,mentre la Terna Arbitrale e’ uscita nell’indifferenza generale,ed e’ forse questo il motivo per cui ha poi voluto rendersi protagonista con un referto davvero sconcertante. Dopodiche’,ci puo’ sempre essere una persona tra le 200 presenti che nell’arco dei 90 minuti piu’ recupero,anziche’ sostenere la propria squadra,come fa la grandissima maggioranza dei nostri tifosi, preferisce polemicamente gridare qualcos’altro in occasione di un’azione,ma se si vuole evitare questo basta far disputare tutte le partite del nostro Campionato a porte chiuse,cosi’ almeno se si ascolta un brusio che turba il silenzio del Teatro,si possono invitare i commessi a far uscire il molestatore ,verificando magari prima se non si tratta di un infiltrato di un’altra Societa’,che nulla ha a che vedere con la Pro Dronero … 500 euro di ammenda per una piccola societa’ come la nostra sono una cifra enorme, sanzioni cosi’ severe ed anche di piu’ dovrebbero essere comminate dalla Federazione a ben altri pubblici che abbiamo avuto occasione di conoscere ed apprezzare nella loro assoluta mancanza di sportivita’ ancora recentemente in questa stagione …Forti coi deboli,deboli coi forti ,e cosi’ la violenza fisica e verbale in certi stadi di serie D e di Eccellenza continua farla da padrona !!! Ma evidentemente per chi arriva a Dronero da Catanzaro siamo solo un pallino su una cartina geografica… O.k.,adesso se lo ritenete giusto squalificatemi pure per le mie dichiarazioni,almeno la Pro Dronero verra’ sanzionata per qualche motivo meno assurdo !!!
E adesso tutti a sostenere i Draghi con ancora piu’ passione di prima domenica prossima ,di nuovo al Filippo Drago ,contro il Chiavari …Sempre comunque Forza Pro !!!!!!!!!