Bagno di folla a Cuneo e Caraglio per Escher e per le conferenze di Odifreddi

0
127

CodaVisitatori 30marzo2014Giovedì 3, giovedì 10 e martedì 15 aprile, sempre alle 17, tre appuntamenti al Filatoio

Mercoledì 2 aprile – 11.15

Inizio con il botto per la mostra-evento “L’Enigma Escher. Paradossi grafici tra arte e geometria”, inaugurata dall’associazione culturale Marcovaldo sabato scorso, 29 marzo, al Filatoio di Caraglio. Più di 2.000 i visitatori accorsi nel primo week-end di apertura.

Più di 500 i partecipanti alle prime due conferenze collaterali all’evento, svoltesi lunedì 31 marzo nel Centro incontri della Provincia di Cuneo, che hanno avuto come protagonista il logico e matematico di fama internazionale e d’origine cuneese Piergiorgio Odifreddi. Da domani, la rassegna di conferenze sul rapporto tra saperi scientifici e umanistici si sposterà al Filatoio di Caraglio, dove sono in programma ancora tre appuntamenti, tutti alle ore 17.

 

Giovedì 3 aprile Silvia Cavalchi e Federica Franceschini (Direzione Artistica Fondazione Palazzo Magnani) terranno una presentazione e una visita guidata alla mostra per tutti i visitatori.

Giovedì 10 aprile, Luigi Grasselli (matematico, Prorettore dell’Università di Modena e Reggio) interverrà su “La forma della simmetria: dai mosaici dell’Alhambra ai mondi di Escher”.

Martedì 15 aprile, Federico Giudiceandrea (ilo più grande collezionista europeo di Escher) farà un intervento sul tema “Escher visto da vicino. L’uomo e l’artista nel racconto di un appassionato collezionista”.

L’ingresso agli incontri è libero e gratuito, fino a esaurimento posti delle sale che li ospitano. La mostra sarà visitabile fino al 29 giugno dal giovedì al sabato dalle 14,30 alle 19, la domenica e le festività infrasettimanali dalle 10 alle 19. Per informazioni telefonare allo 0171/618260 o scrivere a [email protected]

L’esposizione è promossa dall’associazione culturale Marcovaldo in collaborazione con la Fondazione Palazzo Magnani di Reggio Emilia, con il sostegno della Regione Piemonte e della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, con il contributo della Fondazione CRT, in collaborazione con il Comune di Caraglio e la Fondazione Il Filatoio. “L’enigma Escher” è curata da un Comitato scientifico d’eccezione coordinato da Piergiorgio Odifreddi (logico matematico di fama internazionale e d’origine cuneese) e composto da Marco Bussagli (saggista, storico dell’arte, docente presso l’Accademia di Belle Arti di Roma), Federico Giudiceandrea (collezionista e studioso di Escher) e Luigi Grasselli (Professore ordinario di Geometria e pro-rettore dell’Università di Modena e Reggio Emilia).

 

cs