Calcio Femminile, Italia U17: SCANDALO AL MONDIALE! LA SPAGNA VOLA IN FINALE CON DUE PENALTY REGALATI

0
181

Nazionale SpagnaU17 esultanzaMartedì 1 aprile 2014 – Ore 06.45 – “Solo l’arbitro le vinse”. E’ questo l’amaro epilogo per la Nazionale Italiana Under 17 ai Mondiali di Costa Rica 2014. La selezione di mister Enrico Sbardella, infatti, se la gioca alla pari (se non meglio) con la quotatissima Spagna vendendo estromessa dalla kermesse iridata con due penalty inesistenti ed indecorosi.

 

E’ la signora Adamkova, direttrice di gara proveniente dalla Repubblica Ceca, l’assoluta protagonista in negativo di questa semifinale con decisioni al limite del paradosso. L’Italia dal canto suo esce a testa più che alta non potendo certamente nulla dinnanzi a queste decisioni arbitrali poco fortunate (eufemismo). Le azzurrine, infatti, mettono sotto scacco le iberiche sin dai primi minuti di gioco con un grande agonismo e tanto pressing per annullare le doti di palleggio delle avversarie. La tecnica studiata da Sbardella funziona e l’Italia prende coraggio guidata dal trio Marinelli-Giugliano-Bergamaschi, quest’ultima particolarmente ispirata. La prima occasione da gol è, infatti, di marca azzurra con una conclusione dal limite di Giugliano respinta magistralmente da Del Toro. A nulla vale il tap in vincente di Piemonte, sorpresa in posizione di offside. La spinta offensiva delle azzurrine non cessa minimamente e solamente la traversa nega la gioia della rete a Marinelli, autrice di un vero missile dai 35 metri. La Spagna prova timidamente ad alzare il baricentro trovando sempre la retroguardia italiana attenta e precisa.

 

Nella seconda frazione di gioco Boattin e compagne ripartono con lo stesso piglio del primo tempo, tentando con Marinelli la conclusione da fuori: anche in questo caso la sfera termina di poco a lato. Da questo momento, purtroppo, entra in scena la direttrice di gara Adamkova che decide di dare brio alla sfida. Su una punizione dal limite per la Spagna la neo entrata Serturini tocca la sfera con il braccio nel tentativo di ripararsi il viso e senza aumentare il volume del proprio corpo. Risultato? Calcio di rigore, che Hernandez realizza spiazzando Durante. Spagna avanti immeritatamente e senza neanche accorgersene tra l’incredulità generale. Le ragazze di mister Sbardella non si scompongono e provano con grande carattere ad essere più forti di questi episodi, gettandosi disperatamente alla ricerca del pareggio. Ci prova Serturini dalla distanza ma la sfera termina di poco alta sulla traversa con Del Toro quasi immobile. A mettere il sicuro il risultato per la Spagna ci pensa ancora Adamkova che concede il secondo regalo consecutivo alle iberiche per un fallo inesistente di Peressotti, nettamente in anticipo sull’avversaria. Questa volta dal dischetto si presenta Garcia e neanche lei sbaglia. Nel finale entra in campo anche la langarola Marta Mascarello ma la rimonta non riesce alle azzurrine che non possono far altro che accettare l’epilogo di questa sfida.

 

Ma Costa Rica 2014 non finisce qui: la finale 3°/4° posto attende Sbardella & C. che se la dovranno vedere con il Venezuela nel remake delle sfida del girone dove le sudamericae si imposero per 1-0. GRAZIE LO STESSO RAGAZZE, “SOLO L’ARBITRO VI VINSE”.

 

 

Andrea Rubiolo