Berretti: Pro Vercelli, campione! Tonfo Pro Patria, pari Cuneo. Cade il Bra

0
124

IMG 8527Lunedì 31 marzo 2014 – Ore 13.38 – Alla fine, come preventivato, ce l’ha fatta. La Pro Vercelli ha vinto il campionato, ora è ufficiale. Il successo era nell’aria, mancava solo la conferma, arrivata nel modo migliore: quattro reti al Savona e altri tre punti in cassaforte. Ma sono i numeri ad impressionare: settantasei gol fatti in venticinque partite, più di tre ad incontro, appena ventisei subiti, che ne fanno il miglior attacco e la miglior difesa del campionato.

Da non dimenticare, poi, il fenomeno Armato, capocannoniere con i suoi 29 centri stagionali. Il bomber non si è fermato neanche contro il Savona, siglando la rete del 3-1, prima che il sigillo di Galiera, mattatore di giornata con una tripletta, ponesse fine al campionato. Di Colucci l’inutile rete ligure.

 

Se una “Pro” sorride, l’altra, la Pro Patria, crolla. La compagine di Busto Arsizio esce con le ossa rotte dal campo del Renate e si vede superata dalla Cremonese. 3-2 il risultato finale per i brianzoli, al termine di una partita per certi versi rocambolesca: vantaggio di Colombo per i padroni di casa, poi si scatenano gli ospiti che segnano con Schinetti e Cariglino, prima della rimonta decisiva del Renate, con Gaio e Zaga, che infila il gol vittoria al 90’. Stessa sorte dei “bianco blu” tocca ad un’altra squadra in lizza per la qualificazione alla fase finale, la Virtus Entella, sconfitta tra le mura amiche da un Monza sorprendente. Finisce 0-2 con le reti di Morao e Isella, che consentono agli ospiti di raggiungere quota 34 e che mantengono i padroni di casa appaiati proprio alla Pro Patria, all’ultimo posto utile per il passaggio del turno.
Come detto, approfitta del doppio passo falso delle seconde la Cremonese, che batte il Como al termine di un combattutissimo derby. Decide la rete di Mascolo dagli undici metri al 14’, difesa con i denti dai padroni di casa, fino al triplice fischio.

 

Capitolo squadre cuneesi: c’è poco da sorridere. Abbastanza bene il Cuneo, che strappa un punto al Pavia grazie alla rete di Cerutti, dopo il vantaggio lombardo di Marrone; male, se non malissimo, il Bra, che incassa la seconda sconfitta consecutiva subendo un umiliante poker dal Torino. A segno per i “granata”, Procopio e De Santis, autori delle doppiette che rimontano l’iniziale vantaggio braidese di Gullino. Ora, le due compagini della Granda sono vicine in classifica, al terzultimo e al quartultimo posto.
Settima ed ultima partita di giornata, la vittoria di misura del Varese sul campo della Pergolettese. Rete di Spina al 30’, che consente agli ospiti di nutrire ancora qualche residua speranza di qualificazione alle fasi finali.

 

Si torna in campo sabato prossimo, con il big match Pro Patria-Cremonese: chi perde rischia di essere tagliato fuori. Cuneo e Bra, entrambe in casa, contro Renate e Virtus Entella, con la possibilità di diventare arbitri involontari del campionato.

 

Berretti girone A – I risultati della ventisettesima giornata
Cremonese-Como 1-0
Pavia-Cuneo 1-1
Pergolettese-Varese 0-1
Pro Vercelli-Savona 4-1
Renate-Pro Patria 3-2
Torino-Bra 4-1
Virtus Entella-Monza 0-2
Ha riposato: Alessandria

 

Classifica
Pro Vercelli 61, Cremonese 48, Virtus Entella 47, Pro Patria 47, Torino 44, Renate 41, Varese 40, Como 35, Monza 34, Pavia 27, Alessandria 27, Bra 21, Cuneo 18, Pergolettese 17, Savona 15.

 

Prossimo turno (sabato 5/4, ore 15.00)
Alessandria-Pavia
Bra-Virtus Entella
Como-Torino
Cuneo-Renate
Monza-Pro Vercelli
Pro Patria-Cremonese
Savona-Pergolettese
Riposa: Varese

 

Carlo Cerutti