Prezzi dei vini: dopo un anno riprende la pubblicazione dei dati

0
333

BaroloDecisiva la sollecitazione delle imprese di settore. Dardanello: “L’importanza del mercato vitivinicolo nell’economia provinciale non può che trarre giovamento dalla ripresa della divulgazione dei prezzi”

Martedì 25 marzo – 16.00

Su sollecitazione delle imprese di settore l’ente camerale cuneese riprende, dopo una sospensione protrattasi un anno, la pubblicazione dei prezzi dei vini Doc e Docg.


L’ultima diffusione di rilevazioni mensili sulle quotazioni di prodotti quali Barolo, Barbaresco, Roero, Arneis, oltre a Nebbiolo, Barbera e varie tipologie di Dolcetto, Dogliani, Langhe Dolcetto e Langhe Nebbiolo e Piemonte Barbera risale all’aprile 2013. In passato e per circa 65 anni l’attività di rilevazione dei prezzi di riferimento del settore era svolta dalla Consulta vitivinicola.

 

La ripresa del servizio di informazione, che peraltro rientra tra i compiti istituzionali dell’ente camerale, rilancia un’attività portata avanti sin dal 1947, nell’obiettivo di offrire un saldo punto di riferimento per la commercializzazione del vino sfuso, a supporto della tipicità delle produzioni.
Negli ultimi mesi, prima di riprendere la rilevazione, la giunta camerale ha rivisto il regolamento in oggetto ponendo le basi del progetto futuro.
 Un gruppo di lavoro tecnico, composto da esperti designati dalle associazioni di categoria e dagli organismi della filiera vitivinicola, ha operato in collaborazione con gli uffici camerali, con il compito di stilare un vademecum per la pubblicazione dei dati, l’attendibilità degli elementi raccolti monitorando periodicamente la rappresentatività dei prezzi rilevati.
Sono state interpellate un centinaio di aziende campione, invitate a comunicare all’ufficio statistica i contratti o le dichiarazioni di compravendita a partire dal gennaio 2014. I dati, dopo una adeguata elaborazione, in forma anonima e aggregata, permetteranno la pubblicazione del listino prezzi. Le quotazioni pubblicate sul sito camerale non avranno più frequenza mensile, bensì bimestrale.

 

L’importanza del mercato vitivinicolo nell’economia provinciale, e albese in particolare – precisa il presidente camerale Ferruccio Dardanellonon può che trarre giovamento dalla ripresa della divulgazione dei prezzi. Dopo un periodo utilizzato per la riorganizzazione del sistema di reperimento dati, al fine di incrementare l’attendibilità delle registrazioni effettuate, si riparte nella consapevolezza che un presidio conoscitivo qual è la pubblicazione dei prezzi dei vini rappresenti un vantaggio per gli operatori del settore e per tutto il comparto”. Rivedendo le metodologie di rilevazione e creando una nuova commissione, si riparte con energia e speranza, nel solco di quanto è avvenuto per anni con risultati apprezzabilissimi.

 

Ecco l’elenco delle associazioni che hanno designato i nominativi nel gruppo di lavoro per la rilevazione dei prezzi dei vini:
Associazione Commercianti Albesi – Alba

Cia – Cuneo


Confagricoltura – Cuneo


Confartigianato – Cuneo

Confcooperative – Cuneo
Confindustria – Cuneo


Federazione Provinciale Coldiretti – Cuneo

Vignaioli Piemontesi – Castagnito

 

I prezzi sono consultabili sul sito
http://www.cuneoprezzi.it/ingrosso/ALIMENTARI/